ROMAGNOSI SI AGGIUDICA IL 4° MEMORIAL ” FRANCESCO STALLONE”

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: 3 minutes

Vince Giacomo Romagnosi, 2° Peppe Piazza, 3° Giuseppe Barbera. – TROFEO assegnato alla Memoria di Milazzo Fabrizio

100_1780

MAZARA, 28 AGO – Non poteva andare meglio per i tiratori di Campobello, iscritti al 4° memorial F.sco Stallone, gara di tiro a volo, specialità Percorso di Caccia, svoltasi Mercoledì notte presso lo stand della Tiro a Volo Mazara.
Fra i 36 concorrenti iscritti, che si sono dati battaglia sulle pedane di tiro, si è imposto Giacomo Romagnosi (Campobello di M.) seguito da Peppe Piazza (Salemi), vincitore del Memorial dello scorso anno, terzo Giuseppe Barbera (Campobello di M.)
Bellissima, affascinante, piena di agonismo e alla fine molto commovente è stata la gara, che ha preso il via alle ore 21,30, con la suggestiva “salva di apertura”, cioè con tutti i tiratori disposti sulle pedane di tiro, uno accanto all’altro, spalla a spalla, con le armi cariche puntate su un bersaglio posto precedentemente sulla linea di tiro della pedana centrale, che al via del Direttore di Tiro aprono tutti contemporaneamente il fuoco sul bersaglio.
Poi è stata la volta della gara vera e propria, con i concorrenti che si sono succeduti sulle pedane, nelle varie batterie.
Alla fine 2 sono stati i più alti punteggi, quelli ottenuti da Giacomo Romagnosi e Peppe Piazza, entrambi con 23 piattelli colpiti su 25.
Ed è stato cosi’ che per la classifica e l’attribuzione del trofeo, si è dovuto effettuare come da regolamento uno Shoot-off.
Un colpo solo nell’arma per ogni piattello, cominciando dalla prima pedana (piattello Lepre), seguirà dopo la 2° pedana (piattello Tordo), ecc. chi sbaglia perde.
Il primo dei due finalisti ad entrare in pedana sotto l’attenzione del pubblico e dei Direttori di Tiro è Peppe Piazza, che manca clamorosamente il bersaglio.
E’ la volta di Giacomo Romagnosi, il Campobellese non si lascia prendere dall’emozione, chiama il bersaglio, calcola l’anticipo e lascia partire il colpo; Il piattello colpito che si frantuma in tanti pezzi, gli attribuisce il trofeo e scrive il suo nome sull’ Albo d’ Oro del Memorial, fra gli applausi del pubblico e i complimenti del secondo finalista e di tutti gli altri tiratori.
Ed è al momento della premiazione il momemto più commovente della gara: CON DECISIONE UNANIME DI TUTTI I CONCORRENTI, tutti i concorrenti si retrocedono di una posizione in classifica in modo da lasciare libero il primo posto con il trofeo, che viene assegnato con il punteggio di 25 su 25 alla memoria di MILAZZO FABRIZIO.
Milazzo Fabrizio, aveva 45 anni, ed era un tiratore dell’ A.N.L.C. di Ribera che aveva partecipato a tutte le precedenti edizioni del Memorial F.sco Stallone con ottimi piazzamenti.
Il 17 Luglio C.A. è deceduto a causa delle gravissime ustioni riportate nel disperato ed eroico tentativo di domare un incendio che si era sviluppato nel suo garage. Lascia una moglie e due figli in giovanissima età.
Grandissima è stata la commozione alla notizia della disgrazia in tutti gli amici e conoscenti della tiro a volo che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.

Concorrenti 36

CLASSIFICA:

1° Romagnosi Giacomo 23 su 25 + 1 di shoot off (Campobello di Mazara)
2° Piazza Giuseppe 23 su 25 + 0 di shoot off (Salemi)
3° Barbera Giuseppe 22 su 25 (Campobello di Mazara)
4° Pisciotta 21 su 25 (Mazara del Vallo)
5° Di Girolamo Cristian 21 su 25 (Strasatti)
6° Milazzo Giuseppe 21 su 25 (Ribera)
7° Caradonna 20 su 25 (Salemi)
8° Parisi Domenico 20 su 25 (Marsala)
9° Stallone 20 su 25 (Salemi)

ALBO D’ORO MEMORIAL F. STALLONE

1° Edizione 24 Agosto 2012 CUDIA FEDERICO – Marsala
2° Edizione 23 Agosto 2013 MILAZZO GIUSEPPE – Ribera
3° Edizione 22 Agosto 2014 PIAZZA GIUSEPPE – Salemi
4° Edizione* 26 Agosto 2015 ROMAGNOSI GIACOMO – Campobello di Mazara

* Il trofeo della 4° edizione, viene assegnato per volere di tutti i concorrenti alla memoria di Milazzo Fabrizio.(nella foto da sx: Giuseppe Barbera,Giacomo Romagnosi, Giuseppe Piazza).

[fonte: comunicato]

https://www.sabatechnology.tech/

7 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*