[Calcio] Serie B: il punto della situazione a una giornata dal termine

https://testcovid.costruiresalute.it/

Manca una sola partita al termine del campionato di Serie BKT edizione 2019-2020 e, a eccezione della zona promozione diretta, tutto è ancora da decidere. Sia in zona playoff che in zona playout sono diverse le squadre ancora in corsa per il raggiungimento dei propri obiettivi e oggi cercheremo di capire qual è la situazione sia nelle zone alte che in quelle meno nobili della classifica. Come di consueto, anche quest’anno il campionato cadetto si è dimostrato uno dei più imprevedibili di tutto il panorama calcistico europeo. Ciononostante, ci sono state due squadre che hanno fatto un campionato a parte. Mentre il Benevento ha condotto la classifica dalla prima all’ultima giornata e ha conquistato la promozione a suon di record, nei bassifondi il Livorno non è mai riuscito a dire la propria in ottica salvezza e la squadra di patron Spinelli ha detto addio alla categoria con diverse giornate di anticipo.



In zona playoff tutto è ancora aperto

Mentre per quanto riguarda la zona promozione diretta tutto è già deciso da diverse settimane, con il Crotone che grazie al secondo posto in classifica l’anno prossimo farà compagnia al Benevento in massima serie, in zona playoff tutto è ancora aperto. A partire dallo Spezia terzo sino ad arrivare all’Empoli decimo, sono ben otto le squadre in corsa per un posto nella Post Season. Tra queste, le principali indiziate per la promozione diretta sono proprio Spezia e Pordenone, entrambe rivelazioni del campionato ed entrambe già sicure di un posto ai playoff. A partire dal sesto posto del Chievo a quota 53 punti, sino ad arrivare al decimo attualmente occupato dall’Empoli di Pasquale Marino a quota 50, tutto può ancora accadere e la sensazione è che l’ultima partita di campionato ci regalerà più di qualche sorpresa. Tra le compagini che hanno deluso e che rischiano seriamente di non accedere ai playoff c’è il Frosinone di mister Nesta che, dopo un avvio di stagione incoraggiante, si è perso per strada e ora rischia di compromettere la stagione. Tra le sorprese in positivo, invece, troviamo sicuramente la neopromossa Pisa che grazie a una campagna acquisti estremamente intelligente e oculata è un passo da un importantissimo traguardo. L’interesse di molti, a ogni modo, è rivolto verso il Cittadella di mister Venturato che dopo aver sfiorato il salto di categoria già l’anno scorso, al 29 di luglio, è secondo le scommesse sulla serie B di Betway, a quota 7,00 una delle possibili rivelazioni in ottica promozione. Sono diversi anni che i veneti si rendono protagonisti di campionati di livello e chissà che questa non possa essere la volta buona per compiere il definitivo salto di qualità.


In zona retrocessione regna il caos

Prima che il campionato fosse interrotto a causa dell’emergenza sanitaria, in zona retrocessione tutto sembrava deciso, con Cosenza e Trapani che parevano destinate a dire addio alla categoria. Nelle ultime settimane, invece, tutto è cambiato all’improvviso ed entrambe le compagini si sono rimesse in gioco. Mentre i calabresi, grazie a quattro vittorie consecutive, sono riusciti a superare in classifica la Juve Stabia e oggi sono in piena zona playout con la possibilità di conquistare addirittura la salvezza diretta, ben più complicata è la situazione del Trapani che comunque non smette di credere nell’impresa. I siciliani, nonostante i tanti problemi societari e ambientali, sono reduci da tre vittorie nelle ultime quattro partite e sognano di concludere la stagione con l’accesso ai playoff: un traguardo che sarebbe importantissimo per tutto l’ambiente trapanese. Oltre alla retrocessa Livorno che onestamente si è resa protagonista di un campionato a parte, tutto è ancora da decidere e a oggi le squadre maggiormente in difficoltà sembrano essere Juve Stabia, Perugia e Pescara. Mentre i campani avevano approcciato a questo campionato con la consapevolezza di dover lottare per mantenere la categoria, gli umbri e gli abruzzesi sognavano una stagione di vertice. Così, però, non è stato ed entrambe non solo si ritrovano a ridosso della zona playout, ma in caso di vittoria del Cosenza nello scontro diretto contro la Juve Stabia rischiano addirittura la retrocessione diretta. A ogni modo, sia Perugia che Pescara hanno a propria disposizione tutti i mezzi per uscire da questa situazione difficile ma dovranno farlo al più presto al fine di evitare di concludere la stagione nel peggiore dei modi. In fondo alla classifica anche l’Ascoli non è ancora al sicuro anche se ai marchigiani, grazie ai 10 punti conquistati in quattro gare, basterebbe un solo punto nell’ultima gara casalinga contro il Benevento già promosso per conquistare la matematica salvezza.


Questo campionato cadetto sta finalmente volgendo al termine ma negli ultimi 90 minuti ancora da giocare si deciderà tutto. Sia in zona playoff che in zona playout non c’è nulla di sicuro e mai come quest’anno la situazione sembra aperta a ogni possibile scenario. Il Trapani, dal canto suo, per salvare una stagione estremamente complicata sarà costretto a vincere con diverse reti di scarto contro il Crotone e dovrà sperare che Juve Stabia e Cosenza si ostacolino a vicenda.

 

 

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*