Mazara: Sulla sua assoluzione con formula piena, nota dell’ex assessore provinciale Pipitone

29 novembre 2013 il Presidente di Sezione del Tribunale di Marsala Giudice Renato Zichittella assolve a formula piena “ perché il fatto non sussiste” il geometra Girolamo Pipitone  difeso dall’avv. Baldassare Lauria di Alcamo, dall’accusa di tentata estorsione ai danni della “Belice Ambiente” S.p.A. ATO TP2

girolamo pipitone

Quattro personaggi legati fra di loro con interessi nella “Belice Ambiente”:

1)      rag. Giorgio Macaddino, sindacalista U.I.L. ex Sindaco di Mazara del Vallo del Partito Democratico, socio nella qualità del 33,33% della Belice Ambiente e,oggi maggiore rappresentante sindacale dei lavoratori della stessa Società;

2)      Avv. Francesco Truglio del Partito Democratico, ex Presidente ed ex Amministratore Delegato della Belice Ambiente, libero professionista Avvocato del Lavoro, sindacalista U.I.L. ed ex assessore del Comune di Mazara del Vallo della Giunta Macaddino;

3)      Avv. Vito Bonanno ex Sindaco di Gibellina, ex Presidente dell’Assemblea di Coordinamento Intercomunale dei Sindaci Soci della Belice Ambiente ed ex Direttore Generale della stessa Società di cui era socio nella qualità di Sindaco;

4)      ragioniere Francesco Nicosia esperto nel settore agro-alimentare e con esperienza nel campo dei gelati e dei cannoli, già esperto in Politiche Comunitarie nominato dall’ex Sindaco Macaddino, durante la carica di assessore  al Comune di Mazara dell’Avv. Truglio, socio in affari di quest’ultimo e della moglie, in atto dipendente della Belice Ambiente con assunzione per chiamata diretta dal Truglio a tempo determinato e prorogata in contrasto con la legge 368/2001 e, di conseguenza trasformato, in assunzione a tempo indeterminato. Sempre ai vertici della burocrazia aziendale arrivando a ricoprire la carica di Responsabile del Settore Amministrativo, Responsabile dei Procedimenti di Spesa ed infine Responsabile del Servizio Finanziario. (braccio destro del Truglio).

Sull’attività dei quattro nella Belice Ambiente dal 2011 se ne sta occupando: la Procura della Corte dei conti di Palermo, la Corte dei conti Sezione Giurisdizionale di Palermo, la Procura di Marsala, la Procura di Palermo, la Stazione dei Carabinieri di Castelvetrano, che hanno già emesso varie provvedimenti giudiziari.

Tutti e quattro con dichiarazioni convergenti nella falsità mi hanno accusato di tentata estorsione con l’intento di farmi fuori dalla vita politica, ero troppo scomodo.

Tutto parte dalla mia relazione sulla mala gestione della Belice Ambiente fatta nel Consiglio Provinciale aperto tenutosi a Trapani il 05 ottobre 2008, appositamente convocato alla presenza di tutti i Sindaci Soci della Belice Ambiente, dell’Amministratore Avvocato Truglio e di molti dipendenti tra i quali il Nicosia.

Nella mia qualità di Assessore Provinciale all’Ambiente avevo scoperto, con grande difficoltà, sebbene il Truglio mi avesse impedito l’accesso agli atti della Società, che la Belice Ambiente accumulava ingenti debiti attraverso un’allegra gestione, debiti che sarebbero stati pagati dai Comuni Soci e quindi dai cittadini interessati (assunzioni clientelari purché vicini al Partito Democratico, -appalto milionario manipolato <<Maggioli Tributi>>, -assunzioni attraverso la Società interinale “Manpower S.p.A.” del costo di oltre 3 milioni di Euro e con un presunto danno erariale di circa un milione di Euro, scelta quest’ultima, senza gara in difformità alle leggi. Assunzione di operatori ecologici a tempo determinato in concomitanza delle Elezioni Provinciali di Trapani del 2008 e delle Elezioni Amministrative Comunali di Mazara del Vallo del 2009, -appalti di lavori e di servizi con importi frazionati allo scopo di eludere il Codice degli Appalti).

Subito dopo queste mie dichiarazioni, rese in quel Consiglio Provinciale, sono stato aggredito dagli interventi unanime del Truglio e dei Sindaci soci, perché sino a quel momento con la compiacenza dell’Agenzia Regionale Rifiuti di Palermo, si definivano ad alta voce “virtuosi”.

Ricordo in particolare l’intervento dell’ex Sindaco di Castelvetrano Dottore Gianni Pompeo ex Presidente del Coordinamento Intercomunale dei Sindaci Soci della Belice Ambiente, che con forza e rabbia ha dichiarato:<< se fosse vero un terzo del contenuto dell’intervento dell’Assessore Pipitone, sarebbe a significare due cose: la prima che io sono uno sciocco e non ho capito niente – la seconda è che sarei un delinquente, componente di un’associazione a delinquere dei Sindaci>>.

Alla luce dei risultati raggiunti della Belice Ambiente ed in particolare nel territorio di Castelvetrano (chiusura discarica “Rampante Favara” per inquinamento delle falde acquifere e la realizzazione del Polo Tecnologico rimasto una cattedrale nel deserto), il Dottore Pompeo dovrebbe dichiarare in quale delle due ipotesi da lui prospettate vuole essere incardinato.

Tutti i Sindaci ed ex Sindaci Soci, nessuno escluso, sono responsabile della mala gestione della Belice Ambiente per non avere esercitato il controllo analogo imposto dalle leggi comunitarie.

Quale sarà stato il motivo di questo comportamento dei Sindaci?? Perché non hanno intrapreso l’azione di responsabilità nei confronti degli Amministratori della Belice Ambiente così come previsto dal Codice Civile?

Di questo mal governo presumo abbiano tratto beneficio, tra gli altri, il sindacato U.I.L. e il Partito Democratico in capo al Macaddino e Truglio.

A tutto questo si aggiunge la costituzione di parte civile per <<l’integrale risarcimento dei danni subiti per i fatti relativi al reato innanzi indicato>> da parte del Truglio nella qualità, nominando l’Avvocato Clemenza Nicolò di Partanna (del Partito Democratico) con spese a carico della Belice Ambiente.

Bella faccia tosta !! e le Istituzioni a che punto sono ??

Mazara del Vallo, 30 novembre 2013

                                                                                  geometra Girolamo Pipitone

                                                                       (già Assessore Provincia Regionale di Trapani)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Acquista questo spazio

Fai una donazione a CampobelloNews

Offrici un caffè per il servizio che diamo….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: