Il sindaco risponde all’interrogazione del consigliere

https://testcovid.costruiresalute.it/

Castiglione: «Problematiche già affrontate dall’Amministrazione comunale»

 sindaco 3

Gaspare Passanante
Gaspare Passanante

CAMPOBELLO, 08 MAG In riferimento alla “comunicazione” con la quale il consigliere comunale Gaspare Passanante, lo scorso 5 maggio, ha interrogato l’Amministrazione comunale su alcune questioni riguardanti il territorio di Tre Fontane, il sindaco Giuseppe Castiglione precisa quanto segue:

«Non risponde al vero quanto sostenuto dal consigliere Passanante relativamente alla “mancanza a Tre Fontane dei cassonetti per la spazzatura promessi dal commissario straordinario della Belice Ambiente, Sonia Alfano, durante l’ultimo consiglio comunale di Campobello”. Già da un paio di settimane, infatti, 30 cassonetti nuovi sono stati collocati proprio a Tre Fontane e a Torretta Granitola per potenziare il servizio in alcune zone e in sostituzione di quelli vecchi, ormai inutilizzabili. La stessa cosa vale per quanto riguarda la «mancata pulizia della spiaggia e del litorale est» di cui “impropriamente” parla il consigliere Passanante. L’intervento di bonifica dell’arenile di Tre Fontane è stato avviato dall’Amministrazione il 15 aprile scorso al fine di rimuovere l’enorme quantità di canne depositatesi sulle spiagge nei mesi invernali a causa dello straripamento dei fiumi Modione e Belice. Le sterpaglie rimosse, per qualche settimane, sono state accumulate sulla spiaggia in attesa dell’autorizzazione a conferire i rifiuti di Campobello nella discarica di Siculiana. Ottenuta solo ieri mattina predetta autorizzazione, nel pomeriggio stesso sono stati avviati i lavori per la rimozione totale delle sterpaglie. Ancora oggi tuttavia persistono problematiche di natura amministrativa che stanno ostacolando il conferimento in discarica degli stessi. Per quanto riguarda invece la rimozione della sabbia dal litorale est, il consigliere Passanante saprà certamente che l’Amministrazione comunale nei mesi scorsi è intervenuta più volte con propri mezzi e con l’ausilio di mezzi esterni per aprire dei varchi nella sabbia e consentire il traffico veicolare. Si è trattato tuttavia, come più volte è stato ribadito anche a mezzo stampa, di interventi tampone in attesa dell’intervento di rimozione completa della sabbia che sarà effettuato nelle prossime settimane quando si prevede che il forte scirocco di questi mesi dovrebbe essersi placato. Effettuare, prima della fine di maggio, l’intervento di rimozione definitiva della sabbia si sarebbe rivelato un inutile spreco di risorse economiche. Con senso di responsabilità, infine, l’Amministrazione comunale sta affrontando anche il problema del dissesto del manto stradale che purtroppo interessa il nostro litorale. A tal fine, l’Ufficio tecnico comunale ha redatto un apposito progetto di messa in sicurezza per tutti i punti interessati dal cedimento, in attesa dell’autorizzazione da parte della Sovrintendenza. Peraltro, trattandosi di un intervento che costerà al Comune circa 70.000 euro, stiamo anche verificando la disponibilità finanziaria.

[redazione]

[useful_banner_manager banners=7 count=1]

https://www.sabatechnology.tech/

2 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*