Presentato il Cartellone del Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2016

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: 4 minutes

calatafimi 210616

CALATAFIMI S., 21 GIU – È stato il Teatro Antico di Segesta a fare da cornice alla presentazione del Cartellone degli Spettacoli del “Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2016”. Un Festival che seppur partito in ritardo rispetto ai tempi che si era data l’Amministrazione Comunale e il Direttore Artistico Nicasio Anzelmo, si presenta ricco di novità e di artisti con un occhio di riguardo alle giovani Compagnie teatrali.

Alla presentazione oltre al sindaco di Calatafimi Segesta Vito Sciortino, erano presenti, l’Assessore al Turismo del Comune di Calatafimi Segesta, Aldo Marchingiglio, il Direttore Artistico delle Dionisiache 2016, Nicasio Anzelmo ed ancor: Carlo Vermiglio, Assessore Regionale dei BB. CC. e I. S. – Gaetano Pennino, Dirigente Generale Dipartimento BB.CC. e I.S. – Sergio Aguglia, Direttore del Parco Archeologico di Segesta. Numerosa la presenza di addetti ai lavori.

Il sipario si alzerà di fatto il 1 luglio prossimo al Teatro Antico di Segesta alle 19,15 con la Musica e nel ricordo del “400esimo Anniversario” della morte di Shakespeare. Di scena “Sogno di una notte di mezza estate” con protagonista il Conservatorio Scontrino di Trapani.

È un Festival che guarda con occhio attento alle “identità culturali della Regione Sicilia”, quello preparato dal Direttore Artistico Nicasio Anzelmo. Dunque spazio ad Artisti, Orchestre, Musicisti che arrivano da ogni parte dell’isola.

Nel corso della presentazione del Cartellone degli oltre 40 appuntamenti, è stato più volte ribadito dal sindaco Vito Sciortino che: “Si è voluto dare continuità al territorio, con un Festival che si svilupperà tra il Teatro Antico di Segesta e la città di  Calatafimi”.  Come lo Spettacolo “Gattopardo” in programma il 10 luglio. Alle 18,30 gli artisti della Compagnia Nazionale di Danza Harmonia Suave, diretta da Carla Favata,  un centinaio in costume dell’800, si ritroveranno presso l’area di ingresso del Parco Archeologico di Segesta per un flash mob. Alle 20,30 tutti al Borgo Antico di Calatafimi Segesta per vivere lungo le vie della città, avvolti da una atmosfera romantica, un Gran Ballo Ottocentesco.

Ma la continuità territoriale sarà la vera peculiarità di questo Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2016,  che si concluderà il 4 Settembre con serata finale dedicata alla 2° Edizione del “Premio Cendic Segesta” – al Teatro Antico di Segesta. Tutti gli spettacoli che saranno messi in scena a Segesta all’interno del Festival infatti saranno creati a Calatafimi, attraverso i Laboratori che si realizzano in città in collaborazione con le Compagnie che arrivano da tutta Italia.

“Ed è proprio la novità dei Laboratoriha ribadito il sindaco Vito Sciortinoche ha dato l’impronta diversa al festival; quella impronta che rende l’intero tessuto sociale della città partecipe dell’Evento e nel contempo beneficiario dei suoi effetti positivi. È stato un percorso ad ostacoli, ma la determinazione messa in campo da tutte le parti in causa che non hanno voluto rinunciare ad un’occasione unica nel suo genere, ha fatto si che il primo Luglio si alzi il Sipario su una Kermesse che il Mondo attende e che per  certi versi  ci invidia anche”.

Dicevamo che sono oltre quaranta gli appuntamenti nel Cartellone di questa Edizione 2016 ricordando tra l’altro: il 400° Anniversario della morte di Shakespeare e quello di Cervantes e il 500° Anniversario dell’Orlando Furioso di Ariosto; e poi ancora Commedie Classiche e Tragedie Classiche; Grandi Classici e Grandi Interpreti e poi il Mito nella Drammaturgia Contemporanea; i tantissimi Laboratori Spettacoli; le Grandi Orchestre e infine il Teatro al Territorio. Per tutti gli spettatori è previsto un posto in prima fila al Teatro Antico di Segesta.

Tanti gli Interpreti di scena alle Dionisiache 2016: dal grande Enrico Montesano che a Segesta il 30 luglio presenta lo Spettacolo “Vita Semiseria di un Comico”, a Teresa Mannino, che il 4 agosto sarà al Teatro con “Le Sirene Scilla e Cariddi”, al sempre magnifico Tuccio Musumeci, ospite gradito con “Annata Ricca” in programma l’11 Agosto e con repliche il 12 e il 13.

Ma ci saranno anche Edoardo Siravo, Vincenzo Pirrotta, Salvo Piparo e Gigi Burruano, Giuseppe Pambieri e tanti tantissimi altri ancora. Nomi noti e meno noti, ma che renderanno grande questo Festival.

Ritornano le “Albe”, con l’emozione che sanno infondere in ognuno dei presenti. Saranno tre: il 5 agosto, con “Faust”, regia e con Graziano Piazza; il 10 agosto, con “Don Chisciotte della Mancia” con Vincenzo Pirrotta; il 20 agosto con “Centomila, Uno, Nessuno” da Pirandello, con Giuseppe Pambieri.

Tra gli appuntamenti in Cartellone lo spettacolo promosso dall’Associazione Nazionale Magistrati di Trapani e dedicato ai giudici Falcone e Borsellino, in programma il 19 Luglio con inizio alle 19.15, al Teatro Antico. Di scena “Giovanni e Paolo – aldilà di Falcone e Borsellino” di Alessandra Camassa, per la regia di Dario Garofalo e con la direzione artistica di Cinzia Maccagnano.

Con le Accademie a Segesta avremo “L’Orestiade di Pasolini, 1960” con la Compagnia Fondamenta Scuola di Teatro con la messa in scena di Sergio Basile e gli Allievi diplomandi dell’Accademia Giusto Monaco (INDA) di Siracusa.

 Ci saranno le Commedie a partire da “Mostellaria” di Plauto, regia di Giancarlo Sammartano in programma il 21 e 23 Luglio alle 19,30, e poi  il “Bugiardo” di Carlo Goldoni in programma il 1 Agosto alle 18,00, regia di Giorgio Bongiovanni,  o ancora di Plauto “Miles Gloriosus”, regia di Alvaro Piccardi. Ma solo per fare qualche esempio.

 Fra le Tragedie anche – “Fedra” di Seneca Produzione Fondazione INDA, per la regia di Cerciello, in programma il 31 Luglio alle 19.15; e “Medea” da Euripide, di Nicasio Anzelmo in programma il 5/6/7 Agosto alle 19,15.

 Di scena il 3 Agosto alle 19,15 “Aspettando Antigone” di Claudio Zappalà, regia di Mauro Avogadro. Testo vincitore del premio Cendic-Segesta 2015.

 Ancora ad Agosto poi tre date con Shakespeare e il teatro – 26/27 e 28 con “Sogno di una notte di mezza estate”, regia di Anzelmo, sempre al Teatro Antico con inizio alle 19.15.

 Insomma il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2016 – sarà davvero lo

           “Spettacolo che metterà questa estate tutti d’accordo”

[redazione]         

https://www.sabatechnology.tech/

One Comment

  1. Sarebbe utile un manifesto su fogli A4 da stampare per i turisti delle case vacanze.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*