Partanna, Giunta approva progetti da oltre 1mln e 335mila euro per le strade rurali

Catania: “Continuiamo a sostenere l’agricoltura come grande risorsa del territorio”

PARTANNA. Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato due progetti esecutivi per la ristrutturazione delle strade rurali “Formeca – Biggini” e “Pecorelle – Santa Barbara” per un importo complessivo di oltre 1mln e 335mila euro. I progetti sono stati presentati all’Assessorato regionale all’Agricoltura, Sviluppo rurale e Pesca mediterranea nell’ambito del Psr (Programma di Sviluppo rurale) 2014 – 2020 che prevede misure di sostegno e investimenti nello sviluppo, ammodernamento e adeguamento dell’agricoltura e silvicoltura. In particolare gli interventi saranno indirizzati al miglioramento della viabilità interaziendale delle due strade rurali di accesso ai terreni agricoli. Per la riqualificazione della strada “Formeca Biggini” è stata avanzata richiesta di finanziamento per 680.752,00 euro mentre per la “Pecorelle – Santa Barbara” è stata inoltrata istanza di partecipazione all’avviso regionale per 655mila euro. “Prosegue l’impegno dell’amministrazione comunale per il reperimento dei fondi necessari all’ammodernamento delle strade rurali del territorio allo scopo di colmare quel gap infrastrutturale che purtroppo si riscontra a diversi livelli in tutti i centri siciliani – afferma il sindaco Nicolò Catania -. Già nel precedente mandato avevamo ottenuto uno stanziamento di 683mila euro per il rifacimento della strada interpoderale ‘San Martino’ e altri 585mila euro per la ristrutturazione della strada privata “Donzelle, Bagarelle, Torre”. Adesso con questi due nuovi progetti va dunque avanti l’azione amministrativa tesa a garantire l’accessibilità ai propri fondi alle aziende agricole partannesi attraverso l’intercettazione delle opportunità offerte dalle misure comunitarie predisposte dall’Ue e provvedendo alla sistemazione e manutenzione di tutte le strade di campagna di ambito comunale”. “Queste somme – conclude l’assessore ai Lavori Pubblici Nicolò La Rosa – serviranno a collegare meglio i poderi e a dare un aiuto alla piccola economia locale agevolando i proprietari di aziende agricole che oggi fanno fatica ad arrivare a fine mese. Vogliamo trasmettere il messaggio che l’agricoltura e tutti coloro che vi lavorano sono una risorsa e una grande fonte di ricchezza, sia sotto il punto di vista salutistico che finanziario, del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: