Mazara. Coronavirus, misure restrittive per il contenimento del contagio

https://testcovid.costruiresalute.it/

 

Con ordinanza n.112 di oggi il  Sindaco Salvatore Quinci ha disposto ulteriori misure restrittive per il contrasto ed il contenimento della diffusione del contagio.
Dal 14 novembre al 3 dicembre:
 -Divieto di stazionamento e di passeggio per le persone il sabato e la domenica dalle ore 17:00 e fino alle ore 22:00, nelle sotto indicate vie e piazze:
– Corso Umberto I,
– Piazza Mokarta,
– Piazza della Repubblica,
– Via San Giuseppe,
– Via Garibaldi;
– Piazza Pebliscito;
– Villa Jolanda,
– Villa Garibaldi;
– Via SS Salvatore;
– Lungomare G.Mazzini;
–  Lungomare G. Hopps;
– Via F. Crispi
Previsto inoltre il Divieto di stazionamento e di passeggio per le persone dal lunedi alla domenica dalle ore 17:00 e fino alle ore 22:00, nelle sotto indicate vie e piazze:
– Via S. Gemma;
– Piazzale M. Montessori;
– Via S. Rita.
Prevista la possibilità di solo attraversamento e di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e tutte le altre attività consentite dal D.P.C.M. nonché alle abitazioni private, avendo cura in ogni caso di rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza personali con le modalità e condizioni previste dall’art. 1 del D.P.C.M.
Previste multe da 400 a 1000 euro per i trasgressori.
Mazara del Vallo, 13 novembre 2020

ORDINANZA SINDACALE

N° 112 DEL 13.11.2020

Oggetto: Misure per il contrasto e il contenimento sul territorio comunale del diffondersi del

virus Covid-19 – Individuazione aree in applicazione dell’art. 1, co. 4, del D.P.C.M. 03/11/2020

                                             I L      S I N D A C O

VISTE le delibere del Consiglio dei Ministri del 31/01/2020, del 29/07/2020 e del 07/10/2020 con le

quali è stato dichiarato e prorogato da ultimo sino al 31/01/2021, lo stato di emergenza sul territorio

nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali

trasmissibili;

CONSIDERATO che a seguito delle superiori dichiarazioni e proroghe sono stati emanati numerosi

decreti legge recanti misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e che in

particolare, da ultimo, è stato emanato il D.P.C.M. del 03/11/2020 le cui disposizioni si applicano a far

data del 06/11/2020 e sono efficaci sino al 03/12/2020 e che opera i dovuti richiami ai protocolli di

sicurezza nell’ambito delle varie attività trattate, avuto riferimento anche alle attività scolastiche;

CONSIDERATO che in applicazione dell’art. 2, co. 1, la Regione Siciliana con Ordinanza del Ministro

della Salute del 04/11/2020, è stata collocata in uno scenario di tipo 3 e con un livello di rischio alto;

RILEVATO che all’art. 1, co. 2, del citato D.P.C.M. è confermato l’obbligo di mantenere una distanza

di sicurezza interpersonale di almeno un metro salvo alcune eccezioni non concernenti il presente

provvedimento, come misura preventiva e precauzionale al rischio della diffusione dei contagi;

RILEVATO che l’art. 1, co. 4), del citato Decreto testualmente recita “Delle strade o piazze nei centri

urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta per tutta giornata o in

determinate fasce orarie la chiusura al pubblico, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso, agli

esercizi commerciale legittimamente aperti e alle abitazione private”, e che pertanto è legittimo ritenere

che si è inteso contemperare, sulla base di una valutazione potenziale e non di un formale accertamento,

da un lato il rispetto del divieto di assembramento e, dall’altro, lo svolgimento delle attività commerciali

secondo le norme contenute nei provvedimenti emergenziali e nei più volte richiamati protocolli di

sicurezza;

CONSIDERATO che:

– sul territorio cittadino sono individuabili aree con elevata concentrazione di pubblici esercizi, che di

fatto favoriscono e incentivano la presenza concomitante di un numero così elevato di persone da

rendere seriamente pregiudicato il rispetto del distanziamento sociale e che provocano situazioni di

assembramento pregiudizievoli di ogni forma di profilassi e di comportamento rispettoso delle misure di

contrasto alla diffusione del virus;

– i servizi di controllo, finalizzati al rispetto delle norme per il contrasto alla diffusione del Covid-19,

effettuati dalle Forze di Polizia e dalla Polizia Municipale di Mazara del Vallo, hanno evidenziato la

diffusa presenza di estesi fenomeni aggregativi che possono creare situazioni di assembramento

soprattutto nelle ore pomeridiane, al di fuori del divieto di circolare dalle ore 22:00 alle ore 05:00 così

come introdotto dall’art. 1, co. 3, dal D.P.C.M. citato;

RAVVISATA la necessità di adottare in forma adeguata e proporzionale all’attuale situazione

epidemiologica e in coerenza con la ratio che ispira i provvedimenti emergenziali richiamati, misure in

grado di contrastare efficacemente la diffusione del Covid-19 con particolare riguardo a quei fenomeni

di elevata concentrazione di persone in strade, piazze e aree urbane; RITENUTA ai sensi dell’art. 50, co. 5, del D.Lgs. 267/2000 sussistente la competenza dei Sindaci alla

individuazione delle aree da sottoporre al divieto di stazionamento mediante l’adozione di un

provvedimento d’urgenza al fine di dare attuazione alle disposizioni sopra richiamate contenute nel

D.P.C.M.;

CONSIDERATO che nella riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica

presieduta dal Prefetto di Trapani in data odierna è stato illustrato l’intendimento di questa

Amministrazione di procedere, con le modalità sopra indicate, alla chiusura al pubblico di strade, piazze

e aree urbane dove si possono creare situazioni di assembramento;

PRESO ATTO che, dalle segnalazioni pervenute, per le vie brevi, dalla Polizia Locale nonché da

cittadini e da altri organi della civica amministrazione, sono state individuate le aree (strade, piazze etc.),

per le quali occorre, al momento e fatte salve successive ulteriori valutazioni conseguenti all’evolversi

della situazione emergenziale, applicare l’art. 1, comma 4, del D.P.C.M. 03 novembre 2020,

VISTO l’art.50 del D.Lgs 267/2000;

VISTO il D.lgs. 267/2000 e s.m.i.;

VISTA la legge 241/1990 e s.m.i.;

ORDINA

Per i motivi esplicitati in premessa, che qui si intendono integralmente richiamati, a decorrere

dal14/11/2020 e fino al 03 dicembre 2020 – con possibilità di reiterazione e di modificazione in ragione

dell’evolversi della situazione epidemiologica – il divieto di stazionamento e di passeggio per le

persone il sabato e la domenica dalle ore 17:00 e fino alle ore 22:00, nelle sotto indicate vie e piazze:

– Corso Umberto I,

– Piazza Mokarta,

– Piazza della Repubblica,

– Via San Giuseppe,

– Via Garibaldi;

– Piazza Pebliscito;

– Villa Jolanda,

– Villa Garibaldi;

– Via SS Salvatore;

– Lungomare G.Mazzini;

– Lungomare G. Hopps;

– Via F. Crispi;

e il divieto di stazionamento e di passeggio per le persone dal lunedi alla domenica dalle ore 17:00 e

fino alle ore 22:00, nelle sotto indicate vie e piazze

– Via S. Gemma;

– Piazzale M. Montessori;

– Via S. Rita.

È, comunque, fatta salva la possibilità di solo attraversamento e di accesso e deflusso agli esercizi

commerciali legittimamente aperti e tutte le altre attività consentite dal D.P.C.M. nonché alle abitazioni

private, avendo cura in ogni caso di rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro e

l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza personali con le modalità e condizioni previste dall’art. 1 del

D.P.C.M.,

AVVERTE CHE

Ai sensi dell’art. 2, comma 1, D.L. 16 maggio 2020, n.33, come convertito in Legge 14 luglio 2020,

n.74, salvo che il fatto costituisca reato, le violazioni del Decreto Legge medesimo, ovvero dei Decreti e

delle Ordinanze adottate in attuazione dello stesso, sono punite con la sanzione amministrativa

pecuniaria di cui all’art. 4, comma 1, del D.L. 25 marzo, n.19 convertito in Legge n.35/2020, da euro

400,00 ad euro 1.000,00.

Gli agenti della Forza Pubblica sono incaricati della esecuzione della presente Ordinanza.Copia della presente ordinanza viene trasmessa alla Prefettura di Trapani, al Commissariato della Polizia

di Stato, alla Compagnia dei Carabinieri, alla Tenenza della Guardia di Finanza, alla Polizia Municipale

di Mazara del Vallo ed all’Ufficio Stampa.

Si procederà alla pubblicazione del presente provvedimento, ai sensi dell’art. 1, comma 32, della Legge

190/2012 e degli artt. 23 e 37 della Legge 33/2013 recante il riordino della disciplina riguardante gli

obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche

Amministrazioni.

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al T.A.R. della regione Sicilia entro il termine di

60 giorni dall’avvenuta pubblicazione, ovvero ricorso al Presidente della Repubblica entro il termine di

120 giorni.

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Il Capo di Gabinetto

F.to Dott.ssa Giovanna Lombardo

Il Sindaco

F.to Salvatore Quinc

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*