E i turisti schifati….

https://testcovid.costruiresalute.it/

di Elena Manzini

REDAZIONE, 18 MAG – Duole ancora una volta constatare come non vi sia e non sia tenuta in debita considerazione un patrimonio come quello del Parco Archeologico di Selinunte. Se ci fosse il “vecchio e caro “Dante” non potrebbe altro che dire agli Dei che si presentassero per avere una adeguata dimora quale un tempio.” Lasciate ogni speranza, o Voi, che entrate”. Chissà Dioniso che starà pensando nel vedere lo scempio della sua fastosa dimora. Sì, perchè di scempio si tratta nel momento in cui non ci si preoccupa di un’adeguata pulizia di un luogo sacro per gli Dei e di un’importanza storica per l’umanità. Dal grano (che nessuno mette in dubbio sia biologico, dato che va molto di moda) alle erbe d’ogni genere che fan bella mostra di se OVUNQUE: nei templi, tra i resti delle colonne, tra i capitelli che sembrano urlare vendetta per lo stato di degrado ed abbandono in cui si sono venuti a trovare. Erbe che hanno reso quasi invisibili i mosaici dedicati al dio Baal e alla dea Tanit. Ora cosa volete che possano pensare i turisti, soprattutto stranieri. Che in Italia, e nella fattispecie in Sicilia, non sono capaci di …e diciamolo….DI fare ‘na mazza, che non han voglia di lavorare, che sanno solo sprecare denaro. Il che ovviamente non è vero ma per l’incapacità di 2 o 3 persone poi ci van di mezzo tutti. Come dar loro torto!!!! E’ come un pugno allo stomaco ogni volta che senti un turista esclamare: “Che schifo!” in almeno 5 lingue diverse! Si può ben parlare di Selinunte come del Parco Archeologico più grande d’Europa, di Patrimonio dell’Umanità e poi a quest’ultima si mostra l’incapacità di salvaguardare lo stesso. Orbene, ci si augura, vista l’oramai iniziata stagione turistica, che chi di dovere si assuma le responsabilità del ruolo che ricopre e provveda a breve ad un’adeguata sistemazione del loco, ad una valorizzazione dello stesso. O che si provveda alla rimozione del responsabile stesso (non fosse perchè “LO STESSO” percepisce una retribuzione per ciò che sino ad ora non è stato fatto, retribuzione a cui concorrono i cittadini tutti..e non è bello vedere sprecato in tal modo il denaro della comunità).

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*