Tentano di disarmare guardie istituto di vigilanza: arrestati

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: 2 minutes

Europol 250416

ALCAMO, 25 APR – Poteva avere un tragico epilogo e con conseguenze gravissime quanto accaduto la notte del 23 aprile u.s. ad una autoradio dell’Europol in servizio di ronda notturna nella città di Palermo.

Erano circa le 03.00 quando gli Agenti di una pattuglia dell’Europol avevano avuto l’impressione di essere seguiti da una Smart di colore bianco. Mentre l’autoradio percorreva la Via Pitrè si fermava ad un semaforo rosso di un incrocio.

A questo punto venivano affiancati dalla Smart e dalla stessa scendeva un giovane che indossava un bomber e, facendo intuire di avere una arma in tasca, intimava agli agenti di consegnare loro le loro armi di ordinanza.

Fulminea la reazione degli agenti e in particolare dell’autista che, già preparati al peggio dopo i sospetti di prima, invece che aprire il fuoco contro gli aggressori, con una mossa fulminea e inaspettata, riuscivano a divincolarsi e fuggire con l’auto di servizio evitando in questo modo tragiche conseguenze.

Subito veniva informata la sala operativa dell’Europol e della Polizia di Stato che effettuavano ricerche accurate allo scopo di individuare i malviventi grazie a tutte le informazioni fornite dagli agenti Europol che avevano messo in atto tutte le tecniche di osservazione.

Durante la notte una Volante della Polizia di Stato riusciva ad individuare due individui che corrispondevano alla descrizione fornite dalle guardie e venivano accompagnate in Questura in stato di fermo.

Gli agenti dell’Europol riconoscevano subito i due fermati quali autori di quanto accaduto precedentemente e gli stessi venivano messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

[comunicato]

[poll id=”3″]

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*