Sequestrato un immobile storico in Sicilia a seguito del fallimento di una società lombarda

https://testcovid.costruiresalute.it/

 

 

 

 

 

REDAZIONE – I militari del Comando Provinciale Guardia di Finanza di Milano, coordinati dalla Procura  della Repubblica di Milano (Procuratore Aggiunto, Dott. Riccardo Targetti – Sostituto  Procuratore, Dott. Luigi Luzi), hanno eseguito, con il supporto dei colleghi di Siracusa e  Noto, un sequestro preventivo di parte di un antico palazzo settecentesco sito nel centro  storico di Noto. 

Le indagini, condotte dai Finanzieri della Compagnia di Magenta, sono scaturite a seguito  del fallimento di una società magentina che è stata dichiarata fallita a maggio 2018 con un  passivo di oltre 60 milioni di euro e con conseguenti difficoltà anche per i numerosi  dipendenti che hanno perso il posto di lavoro. 

Analizzando la copiosa documentazione bancaria e societaria acquisita, le Fiamme Gialle  hanno scoperto molteplici condotte di distrazione di fondi perpetrate negli anni da parte del  management della società, che hanno portato alla bancarotta dell’impresa avente  ramificazioni anche in Nord Europa e nei Paesi arabi. 

Tra le modalità con cui alcuni indagati hanno impiegato i fondi distratti dalle casse societarie, è emerso anche l’acquisto nel 2014 al prezzo di 600.000 euro di un’estesa porzione  dell’immobile signorile settecentesco ora sequestrato, che si trova sul centralissimo corso  Vittorio Emanuele della cittadina siciliana di Noto. 

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*