Partanna, formazione professionale. Reintegrati cinque licenziati

https://testcovid.costruiresalute.it/

foto archivio
foto archivio

PARTANNA, 12 OTT –  Con due distinte sentenze, il Tribunale di Palermo (Sezione lavoro) ha reintegrato cinque dipendenti dell’Ente di formazione professionale Cefop, in servizio, con funzioni di formatori e amministrativi, nelle sedi periferiche di Partanna e Castelvetrano. Secondo le sentenze dei giudici Matilde Campo e Martino Dante, L’Ente, gestito da commissari in fase di liquidazione, ha licenziato i lavoratori in maniera arbitraria violando la normativa.

Ad essere reintegrati sono: Ivana Nugara, Elisabetta Sciacca, Agata Critti, Maria Giovanna Casciotta e Franco Lombardo. I dipendenti Cefop sono stati tutti assistiti dall’avvocato Giovanni Consolazione. I giudici hanno inoltre condannato l’Ente a pagare ai dipendenti le mensilità arretrate ed i compensi che avrebbero dovuto percepire durante il periodo in cui erano (illegittimamente) licenziati.

Nei giorni scorsi il giudice Mauro Petruso, della Sezione lavoro del Tribunale di Trapani aveva reintegrati altri tre dipendenti del Cefop. In pratica, i commissari liquidatori dell’Ente non avrebbero rispettato le normative che disciplinano i lavoratori che si trovano in mobilità.

La sentenza fa tirare un sospiro di sollievo ai tanti lavoratori della formazione professionale che, da mesi, vivono in condizioni di assoluta incertezza e senza alcuna prospettiva per il futuro. Sul tappeto ci sono tante questioni: da una parte la politica regionale che, finora, ha annunciato la riforma del settore, senza, tuttavia, portarla mai al termine e lasciando gli Enti in balia; dall’altra anche – in alcuni casi – la cattiva gestione degli Enti. A pagare le conseguenze sono, però, sempre i più deboli: i lavoratori.

di GIANFRANCO CRISCENTI – GdS.it

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*