[Operazione “Casa degli orrori”] Castellammare. Il plauso del sindaco alle forze dell’ordine

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: < 1 minute

Coppola: “Inaccettabili, vili e soprattutto disumani gesti nei confronti dei più deboli, in questo caso anziani, che sono i primi cittadini da tutelare e proteggere. Il mio plauso ai Carabinieri»

REDAZIONE, 28 NOV – «Inaccettabili, vili e soprattutto disumani gesti nei confronti dei più deboli che sono i primi cittadini da tutelare e proteggere. Nel rivolgere il mio plauso, quello dell’amministrazione comunale e dell’intera città di Castellammare ai Carabinieri della stazione di Castellammare del Golfo, diretti dal luogotenente Luigi Gargaro che, coordinati dalla Procura della Repubblica di Trapani, hanno portato a termine l’operazione di oggi con l’arresto di quattro persone in una casa di cura per anziani, maltrattati ed umiliati, rivolgo la mia solidarietà e vicinanza ai parenti delle vittime di tanta immotivata violenza».

Lo afferma il sindaco Nicolò Coppola in riferimento all’operazione portata a termine dai carabinieri all’alba di oggi a Castellammare del Golfo con l’arresto di quattro persone, il gestore e tre dipendenti di una casa di riposo, accusati di sequestro di persona aggravato in concorso, violenza privata pluriaggravata continuata in concorso e maltrattamenti aggravati contro familiari e conviventi in concorso. «Ognuno di noi deve contribuire facendo la propria parte contro ogni forma di violenza anche segnalando atteggiamenti che possono non convincere in modo che le forze dell’ordine indaghino e portino avanti attività di repressione in maniera egregia, come avvenuto oggi da parte dei carabinieri, per tutelare anziani, bambini e altre fasce sociali deboli che –prosegue il sindaco Nicolò Coppola- devono essere assolutamente difese come anche questa amministrazione comunale ha più volte mostrato di fare con precise azioni di sostegno. Ribadiamo il nostro fermo no per qualsiasi tipo di violenza e illegalità».

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*