MAZARA DEL VALLO, GIRO DI SQUILLO IN CENTRO

https://www.sabatechnology.tech/

IMMOBILE SOTTO SEQUESTRO. I SIGILLI SONO STATI APPOSTI DAI CARABINIERI

foto  archivio

MAZARA, 08 NOV –  Un giro di prostituzione sarebbe alla base del sequestro preventivo di un immobile in via Tenente Gaspare Romano, al civico 67. La casa ha subito la misura il 5 novembre scorso, su ordine del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Marsala, che è stata eseguita dalla compagnia dei Carabinieri di Mazara. Una segnalazione molto circostanziata ci era giunta alcuni giorni fa: il giro di squillo sarebbe stato composto “da tre brasiliane, delle quali due sono in servizio a turno, con tariffe base di 50 e 100 euro (comunicate al balcone). C’è un via vai alto a pausa pranzo”. Della ‘casa chiusa’ sempre secondo la fonte, alcuni organi di polizia sarebbero stati a conoscenza, ma sarebbe mancato fino a qualche giorno fa l’elemento del reato: lo sfruttamento della prostituzione. Evidentemente nuove notizie di reato devono essere state rilevate di recente per arrivare al sequestro. Il segnale per comunicare ai potenziali clienti la disponibilità dei servizi offerti – nella “casa singola al primo piano, quella con balcone con persiane” sempre secondo le segnalazioni ricevute – sarebbe stata fornita agli avventori tramite due segnali: cappello in paglia e sedia fuori dal balcone. L’attività sarebbe stata in passato “gestita da un indigeno con italiane – continua la segnalazione – ora l’attività si è ingrandita ed è pieno di giovani”. Il sabato, in particolar modo, e nei feriali all’ora di pranzo, fino ad alcuni giorni fa, era possibile notare numerosi movimenti attorno all’abitazione. Ora magistratura e forze dell’ordine hanno scritto la parola fine sulla porta dell’abitazione.

(Fonte articolo: Quotidiano di Sicilia – Alessandro Accardo Palumbo)

https://www.sabatechnology.tech/

2 Comments

  1. davide riggio

    ma tutte quelle poveraccie che sono nello stradale tra mazara e Campobello?quelle sono più legittime? mhà,per quanto potrò continuare a dire a mio figlio di 7 anni che sono lì per prendere l’autobus??

  2. Giuseppe Drago

    Concordo con te, caro Davide. Mi sono schifato per oltre dieci anni transitando in quella strada provinciale che pare essere utilizzata da tutti gli automobilisti e mai dalle forze dell’ordine, dai sindaci, dagli assessori, dai politici, vescovi, e quanti a diverso titolo tutori di legge e del decoro.
    Mi sono ferite le meningi per trovare una giustificazione all’assoluto disinteresse di chi non vede tale scempio da favelas, ma mai ho trovato o mi è stata offerta una risposta ragionevole e legittima. Un vero mistero. L’estate appena passata, mi viene riferito da parenti, queste sventurate erano financo munite di ombrellone infisso sul ciglio della strada, mentre a poca distanza campeggiava qualche materasso..! Ci si sente ormai sempre più abbandonati, non si sa più a chi chiedere lumi ed intervento anche per le cose di immediata soluzione. Qui, nel reggiano, se solo ti fermi a trattare con una di quelle, ti arriva a casa una sventola da 400 €, che funziona benissimo per decimare tali custodi dell’eros e i loro aficionados! E il Pisciotta, il grande predicatore, che ne pensa, che fa di concreto insieme al suo capo mazarese onnipresente soprattutto in faccende effimere? La tua Campobello è sempre più un buco nero!! Ciao, il Drago senior.-

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*