[Mafia] Sequestrati beni per 3 milioni di euro al marsalese Pietro Centonze

https://testcovid.costruiresalute.it/

Nella giornata di ieri, agenti di Polizia della Divisione Anticrimine della Questura, unitamente a Militari Guardia di Finanza di Trapani e della Compagnia dei Carabinieri di Marsala, hanno eseguito la misura restrittiva  nei comuni di Marsala e  Mazara del Vallo.

In particolare il provvedimento è stato disposto per 19 beni immobili, 7  beni mobili registrati, 4 imprese, 14 tra conti correnti e rapporti bancari, per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro.

Il Provvedimento ablativo è stato emesso dal Tribunale di Trapani – Sezione Misure di Prevenzione su Proposta del Procuratore di Marsala e del Questore di Trapani, in quanto, secondo gli stessi, il Centonze sarebbe un soggetto socialmente pericoloso, in quanto fortemente indiziato di appartene a “Cosa Nostra” e specificatamente alla famiglia mafiosa di Marsala.

Centonze è stato tratto in arresto nel 2002 nell’ambito dell’operazione antimafia “Progetto Peronospera”, successivamente condannato due anni e sei mesi di reclusione per  favoreggiamento aggravato e per aver favorito la latitanza dei boss mafiosi Amato.

La pericolosità del Centonze si è manifestata, con il coinvolgimento nell’omicidio dei due extracomunitari Alì Essid e di Rafik El Mabrouk, avvenuto il 3 Giugno 2015 a Marsala e per i quali è stato tratto in arresto e condannato, insieme al cugino Domenico Centonze, a venti anni di reclusione.

[useful_banner_manager banners=29 count=1]

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*