[GdF] Roma, Operazione Match Off [Video]

https://testcovid.costruiresalute.it/

https://youtu.be/uKgEm5ifhVk

ROMA, 27 MAG – Vedere la tanto attesa finale Champions League in streaming, per chi cercava soluzioni (illegali) a costo zero sul web, potrebbe essere un’impresa ardua e – probabilmente – impossibile. La finale del più prestigioso trofeo continentale di calcio per club che vedrà contro le compagini dell’Atletico Madrid e del Real Madrid a Milano, nello stadio di San Siro, in Italia è esclusiva Mediaset Premium Sport, ma molti si stavano attrezzando per fornire il “servizio” su Internet tramite streaming video pirata.

Proprio alla vigilia del big match, il Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza ha messo a segno un duro colpo alla pirateria digitale, con un’operazione denominata Match Off 2.0.

Quarantuno server oscurati in tre continenti diversi, 3 server sequestrati sul territorio italiano, 50 siti inibiti e 5 persone indagate. Sono i numeri dell’operazione “Match Off 2.0”, condotta dai finanzieri del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura di Roma.
I cinque soggetti ritenuti responsabili dovranno rispondere della violazione dell’art.171 – ter della Legge 633/41, che prevede la reclusione fino a 4 anni e la multa di € 15.000.L’operazione è volta al contrasto della IPTV, che consente ai pirati di trasmettere via web trasmissioni di qualsiasi tipo – dalle serie TV agli eventi sportivi – senza possederne alcun diritto. Nella fattispecie, come è possibile evincere dal video pubblicato sul canale YouTube di Agorà24, il sistema messo in piedi permetteva – previa pagamento di un abbonamento da parte degli internauti – di accedere a un vero e proprio palinsesto di trasmissioni. Tra queste, sicuramente anche la Finale Champions League di stasera.

In una nota stampa, la Guardia di Finanza spiega che “la violazione del diritto d’autore danneggia il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, il cui equilibrio, anche in campo economico, è condizione fondamentale per attrarre gli investimenti e rilanciare lo sviluppo e la crescita”.

Le Fiamme Gialle stimano, inoltre, stimano un volume d’affari per questo sistema di trasmissioni pirata che si aggirerebbe intorno ai 40 milioni di euro annui.

Leggi l’articolo intero in originale

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*