Calatafimi, rapina a mano armata in una gioielleria, due arresti

carabinieri-arresto

CALATAFIMI, 03 LUG – (Adnkronos) – Rapina a mano armata in una gioielleria in pieno centro a Calatafimi Segesta, nel trapanese, dove due malviventi, dopo aver fatto irruzione nell’esercizio commerciale in corso Garibaldi hanno razziato oro e preziosi contenuti nella cassaforte. Secondo una prima ricostruzione dei fatti i due avrebbero puntato una pistola contro la titolare della gioielleria e dopo averla fatta sdraiare a terra l’hanno legata portando via gli oggetti contenuti nella cassaforte. Il piano architettato dai due rapinatori era stato accuratamente studiato, infatti una settimana prima uno dei due si era recato nella gioielleria per acquistare una collana approfittando per l’occasione per effettuare un sopralluogo.

A distanza di qualche giorno, insieme al complice, il malvivente si e’ ripresentato in negozio, ma questa volta e’ scattata l’aggressione. I due hanno immobilizzato la donna, minacciandola con una pistola, e hanno prelevato l’oro contenuto nella cassaforte. Ad incastrarli, pero’, sono state le telecamere presenti all’interno della gioielleria e in un istituto bancario nelle vicinanze. Attraverso le immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza, infatti, i carabinieri sono riusciti ad identificare i due rapinatori. Si tratta di due pregiudicati palermitani di 43 e 44 anni. Nei loro confronti il sostituto procuratore di Trapani, Paolo di Sciuva ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto. Per i due si sono spalancate le porte dei carceri Ucciardone e Pagliarelli di Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Acquista questo spazio

Fai una donazione a CampobelloNews

Offrici un caffè per il servizio che diamo….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: