PD CAMPOBELLO. ACCOGLIENZA IMMIGRATI: IMPEGNO MANTENUTO

https://testcovid.costruiresalute.it/

IMPEGNO MANTENUTO

E’ con enorme soddisfazione che apprendiamo la decisione del governo Draghi di finanziare due strutture destinate all’accoglienza di 500 migranti stagionali nei territori di Campobello di Mazara e di Castelvetrano ma, soprattutto, la volontà di smantellare il campo profughi incendiatosi alcuni giorni fa e che ha visto morire un giovane lavoratore senegalese

Impegno mantenuto perché, esattamente un anno fa, in occasione della chiusura della campagna elettorale, l’onorevole Miceli si era formalmente impegnato a seguire le istanze dell’Amministrazione Comunale giacenti presso il Ministero dell’interno .

In questo anno il Partito Democratico di Campobello ed i suoi rappresentanti in Giunta ed in Consiglio Comunale, Stefano Tramonte e Clotilde Balistreri, non ha assolutamente abbandonato la convinzione che il tema dei lavoratori agricoli stagionali (sfruttati e sottopagati), deve essere affrontato non in maniera emergenziale ma strutturale fornendo ai lavoratori e alle lavoratrici una casa dove poter vivere, non altri accampamenti abusivi dove prospera il caporalato, lo spaccio, lo sfruttamento di uomini e donne.

E’ solo di una settimana fa l’incontro al Palazzo Comunale tra una nostra delegazione, il Sindaco Giuseppe Castiglione, la giunta municipale ed il Presidente del Consiglio Piero Di Stefano, nella quale grazie all’intervento dell’on. Miceli ha partecipato anche in conference call il Prefetto Michele Di Bari, Capo del Dipartimento Immigrazione del Ministero degli Interni.

Il fatto che il medesimo prefetto sia venuto oggi in provincia di Trapani, appositamente per incontrare i sindaci della nostra zona, è la testimonianza dell’attenzione riservata dal Governo Draghi e dalla Ministra Lamorgese, alla sicurezza dei nostri territori e del diritto alla vita di qualsiasi essere umano, senza distinzione di razza e religione , a dispetto dell’assoluto silenzio riservato al problema , anche da parte degli amministratori locali dei comuni viciniori, che godono di questo bacino di sfruttati, lasciando al nostro comune il peso, non indifferente, della loro accoglienza.

E’ arrivato il momento di dire basta a questo stato di cose. La nostra riconoscenza quindi, alle Istituzioni che hanno raccolto il nostro appello, il nostro biasimo a chi, nascondendo il problema, fomenta solo sfruttamento, lavoro nero, odio e discriminazione razziale.

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*