Strisce blu: I lavoratori della Soes si incatenano simbolicamente alle colonnine dei parcheggi a pagamento di Casa Santa Erice.

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: < 1 minute

Il segretario della Filcams Cgil Anselmo Gandolfo: “Lottiamo affinché sia garantito lo stesso periodo di attività e di cassa integrazione a tutte le lavoratrici e i lavoratori” 
“Chi lavora e chi no” e quattordici dipendenti della società che gestisce le strisce blu a Casa Santa Erice e a Erice Vetta si incatenano ai parchimetri.
Prosegue lo stato di agitazione, proclamato dalla Filcams Cgil di Trapani, delle lavoratrici e dei lavoratori  della Soes Spa che, d opo il sit in di ieri dinnanzi la Prefettura, si sono oggi simbolicamente incatenati nelle colonnine dei parcheggi a pagamento delle vie Manzoni, Marconi, Cosenza e della Cittadella della Salute a Casa Santa Erice.
Dopo l’emergenza Covid-19, la Soes Spa ha, infatti, garantito la ripresa dell’occupazione  solamente a dieci lavoratori, mantenendo i rimanenti quattordici in cassa integrazione.
“Nella logica dell’equità e del principio di rotazione – ha detto il segretario provinciale della Filcams Cgil Anselmo Gandolfo – abbiamo chiesto alla Soes  di garantire ai ventiquattro lavoratori lo stesso periodo di attività e di cassa integrazione, ma la nostra proposta non è stata accolta. La protesta, pertanto, continuerà fino a quando la vertenza non avrà esito positivo, perché le disparità lavorative ed economiche tra lavoratori che hanno gli stessi diritti è inaccettabile “.
Intanto, come stabilito ieri in Prefettura, si attende la convocazione di un incontro tra la Filcams Cgil, la Soes Spa e il Comune di Erice.
https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*