[Spese per animali randagi] Campobello. L’Opposizione replica alle dichiarazioni dell’assessore

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

REDAZIONE, 18 DIC – Ritorniamo a parlare del gatto randagio costato alla comunità campobellese €2.120,00, per cure e assistenza, ribattezzato “Ninu” dai volontari dell’Associazione Laica.
Non possiamo non replicare all’Assessore Indelicato Natale, conoscendo la sua sapienza, scienza, preparazione amministrativa e normativa della Pubblica Amministrazione che lo ha contraddistinto per la sua invisibile presenza in giunta comunale.
Le sue carenze nell’attività gestionale, l’ha riportato alle cronache nazionali come “l’Assessore del gatto Ninù”, che spende un enorme cifra per curare un gatto randagio, affetto di Aids felina.
Non vorremmo essere equivocati, essendo assolutamente a favore dei diritti degli animali, ma nutriamo qualche dubbio sulle numerose procedure d’urgenza adottate e affidando gli animali sempre alla stessa clinica veterinaria di Mazara del Vallo. (esempio: determina. n. 172/2017 di € 1.635,00 per un cane ferito; determina. n. 194/2017 di € 1.385,00 per un cane affetto da sospetti disturbi comportamentali; determina n. 181/2017 di € 200,00 per accertamenti ad un gatto; determina n. 182/2017 di € 285,00 per accertamenti ad un cane randagio; determina n. 197/2017 di € 220,00 per un gatto randagio affetto di problemi agli occhi, determina n. 202/2017 di € 410,00 per ricovero di un cane randagio, ecc…..).
Ai fini della trasparenza ed economicità per l’Ente, si rendeva necessaria una gara e la relativa convenzione, vista che la spesa prevista nel bilancio comunale 2017 ammonta a € 21.000,00.
L’Assessore Indelicato che noi conosciamo come persona seria e corretta, faccia un atto di coraggio, si DIMETTA e prenda le distanze di queste scelte scellerate.
Nel frattempo aumentano le famiglie in povertà assoluta e invece l’Amministrazione comunale si inventa la graduatoria per i buoni spesa natalizi.
Infatti con delibera della Giunta comunale n. 221/2017, l’Amministrazione ha dato, inappropriate direttive, all’Assistente Sociale di formulare una graduatoria dei richiedenti.
A seguito di circa 300 domande presentate nemmeno al 50% sarà assegnato il buono natalizio. E gli altri non dovranno fare la spesa per Natale??? A chi è venuta questa cervellotica idea??
Nel frattempo con delibera della Giunta comunale n. 223/2017, si prelevava dal fondo di riserva del Sindaco la somma di € 40.000,00 per la manutenzione delle strade. Di questa somma non si poteva impinguare di € 10.000,00 il capitolo del buoni spesa per le famiglie bisognose in modo da soddisfare tutte le richieste???
Infine è inaudito e vergognoso leggere quanto sostenuto su social, dal direttore artistico Gianvito Greco che ha inteso offendere il bisogno della gente, nascondendo l’esistenza di famiglie che vivono nell’assoluta povertà a Campobello di Mazara.
Il signor Gianvito Greco non intende eliminare la povertà ma i poveri.
“Dio ha creato il cielo e la terra per tutti ma non permettiamo a nessuno di innalzare confini, mura e recinti”.
Il signor Gianvito Greco chieda scusa ai nostri concittadini ed il Sindaco revochi immediatamente la sua nomina a direttore artistico, perché lo stesso è indegno di rappresentare il Comune di Campobello di Mazara.
Nel frattempo spendiamo decine di mila euro per gatti e cani d’oro.
“u sazio un criri a diunu” (un sazio non crede al digiuno).
Campobello di Mazara, 18/12/2017
Il Coordinatore: Mario Giorgi –  I Consiglieri Comunali: Giacometto Gentile – Zito Gaudenzia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Acquista questo spazio

Fai una donazione a CampobelloNews

Offrici un caffè per il servizio che diamo….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: