Palermo, Dopo la contestazione Salvini si addolcisce con i cannoli [Video]

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: 2 minutes

protesta salvini

PALERMO, 08 FEB –  Matteo Salvini arriva a Palermo e scoppia la protesta. Il leader del Carroccio è sbarcato in città per incontrare i supporter siciliani del suo movimento. Davanti all’hotel delle Palme in via Roma in centinaia hanno manifestato con striscioni. Sono anche state lanciate uova e ortaggi quando il leader leghista è entrato nell’albergo ma nessuno è stato colpito. Diversi autoblindo dei carabinieri e della polizia si sono schierati per scongiurare momenti di tensione. “Un flop” l’evento di Salvini, secondo i manifestanti che hanno lanciato la prima giornata dell’Orgoglio terrone. “Determinata e partecipata – scrivono – la contestazione messa in atto ai danni del segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini giunto in città per incontrare pubblicamente i suoi supporters politici all’interno della sala conferenza dell’Hotel delle Palme sito in via Roma. Già sin dalle 14.00 in centinaia erano davanti all’hotel per manifestare il proprio dissenso alla presenza del leader del Carroccio nella nostra terra e l’indignazione verso i suoi simpatizzanti accorsi all’incontro. Cori, fischi e cartelli accolgono Salvini a Palermo e un lancio di uova è stato riservato per i suoi supporters che evidentemente hanno dimenticato tutti gli insulti rivolti al popolo meridionale da parte sua e di tutti gli afferenti al partito”.[fonte e foto:gds.it]

 Salvini a Palermo: “Adoro i cannoli, li mangio sempre”

Matteo Salvini mangia dolci siciiani in un bar davanti al Politeama, a Palermo: “Adoro i cannoli, li cerco anche a Milano ma non sono così buoni”. Il leader della Lega è nel capoluogo siciliano per la seconda tappa del suo “Renzi a casa tour”. Davanti alla sede della convention è attesa una contestazione di un movimento che si è ritrovato sotto le insegne di “orgoglio terrone”. Crocettta? “Una calamità naturale, equiparabile alla nebbia di Milano. Peggio di lui difficilmente qualcuno avrebbe potuto fare. Sono autonomista fino al midollo, ma se l’autonomia viene utilizzata male per alimentare clientele e non spendere i fondi, la rimetto in discussione anche domattina”

[di Francesco Patanè e Giorgio Ruta- di repubblica.it]

[useful_banner_manager banners=12 count=1]

https://www.sabatechnology.tech/

8 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*