Nuovo Codice della Strada 2020: tutte le nuove regole

Questa settimana la riforma del codice della strada dovrebbe essere nuovamente oggetto di esame alla Camera. E tra le diverse proposte sembra prendere piede l’idea di inasprire ulteriormente le pene per chi guida utilizzando il cellulare (d’altronde il numero di incidenti impone per forza un intervento deciso): si discuterà infatti sull’ipotesi di ritirare direttamente la patente al guidatore, senza mezze misure insomma. Oggi, infatti, la somma prevista per la prima violazione va dai 165 ai 661 euro e sarà innalzata ad una somma compresa tra i 422 e i 1.697 euro (fino a 2.588 euro per la seconda violazione) con sospensione contestuale della patente.

Innalzamento del limite in autostrada a 150 km/h – Ci sarà anche la proposta di vietare il fumo in auto, ma bisognerà capire quanti potrebbero votare a sfavore (sembra infatti l’unico punto di contrasto), così come a quanto pare la Lega sarebbe intenzionata a proporre un innalzamento del limite di velocità in autostrada a 150 km/h, cosa tra l’altro su cui si discute da diversi anni. Inoltre, si discuterà anche sulla possibilità di far ripetere due volte l’esame pratico per la patente a coloro che passano l’orale, mentre le multe saranno recapitate esclusivamente in via telematica. Anche il divieto di sosta sarà punito più severamente così come ci sarà l’obbligo per i conducenti dei veicoli di dare la precedenza ai pedoni che “si accingono ad attraversare la strada, anziché ai pedoni che abbiano iniziato l’attraversamento, come previsto nella formulazione attuale”.

Ok per le due ruote da oltre 120 cc in autostrada – Ok alla possibilità di circolazione in autostrada dei motocicli, velocipedi, ciclomotori di almeno 120 cc e per motoveicoli elettrici superiori a 11 KW condotti da maggiorenni. Per quanto riguarda i ciclisti, invece, si introduce la definizione di strada ad alta intensità ciclistica e di “strada 30” (urbana o extraurbana) sottoposta al limite di velocità di 30 chilometri orari (con l’obbligo di una adeguata distanza laterale nei sorpassi di biciclette).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Acquista questo spazio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: