Nuova bacchettata dall’ Unione Europea

https://testcovid.costruiresalute.it/

europa_675

REDAZIONE, 18 – Si sa, se facciamo parte di un organismo come la Ue, dobbiamo anche sottostare a certe leggi comunitarie. Una direttiva europea prevede l’indennizzo per i cittadini che subiscono reati violenti. Il problema è che in Italia tale norma è presa in considerazione solo nel caso di reati come terrorismo, usura e mafia….e tutti gli altri? ….”Violenza in famiglia”, “Violenza sui minori”….”Reato di tortura” ( e mi sovviene il caso della scuola Diaz…per il quali l’Italia è già stata condannata dalla Corte europea dei diritti umani e quindi invitata a prevedere il reato di tortura).

Non si capisce perché la discriminazione fra coloro che sono state vittime di usura, terrorismo e mafia e chi ad esempio subisce uno stupro.  E’ discriminazione pura e semplice. Anzi talvolta se si parla di violenza, quest’ultima è ancora maggiore esercitata sulla vittima, dagli strascichi talvolta perenni. Sono SOLO 5 anni che la Commissione Europea tampina e sprona l’Italia ad adeguarsi. Ma, in puro stile da barzelletta come ci hanno abituato i nostri politicanti, da parte del Governo italiano è stata addotta la seguente argomentazione: “La direttiva europea lascia margini di discrezionalità nella determinazione dei reati intenzionali violenti che devono essere oggetto di indennizzo. E l’abuso sessuale, è la conseguenza, ha tutto il diritto di non rientrarvi.” Come se non bastassero tutte le fandonie che ci fanno già deridere davanti al mondo intero con questa possiamo dire di aver toccato il fondo. Chissà se ad essere violentata, stuprata fosse una figlia, una moglie, una nipote o comunque una parente di questi rozzi personaggi che siedono sugli scranni del potere.

Nel frattempo però in Europa, non stanno a  guardare, tant’è che l’avvocato generale del tribunale europeo,  il francese Yves Bot,  ha chiesto di condannare l’Italia.

E ora la palla passerà ai giudici della corte di Lussemburgo.

di Elena Manzinielena manzini

[poll id=”3″]

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*