Mazara, intervento dei “futuristi” sui relitti nel porto canale

https://testcovid.costruiresalute.it/

porto canale

foto archivio

MAZARA, 15 MAR. –  Il problema della presenza di alcuni relitti nel porto canale di Mazara del Vallo è stato affrontato dalla seconda commissione consiliare “Commercio, Artigianato, Pesca, Industria e Sviluppo Economico”  della quale fanno parte i Consiglieri  del gruppo Futuristi, Francesco Foggia, Vito Barracco e Vito Gancitano. Ad una specifica nota inviata lo scorso mese di novembre al Comando della Capitaneria di Porto “per conoscere quali procedure la stessa Capitaneria avesse messo in atto per eliminare i relitti delle imbarcazioni presenti lungo il corso del fiume Mazaro”, il  Comandante Davide Accetta ha risposto informando la Commissione “che  si è in attesa del finanziamento da parte del Ministero dell’Economia e Finanze per l’eliminazione di quattro relitti presenti all’interno del Porto Canale, mentre per il peschereccio ‘GodenWind’ lo stesso è stato venduto ad una ditta che provvederà a breve al rimorchio del natante presso il porto di Licata”. La questione era stata affrontata sin dal suo insediamento dal Sindaco on. Nicola Cristaldi, con una battaglia ora perorata dalla seconda Commissione consiliare. “Siamo soddisfatti della risposta del Comandante Accetta – dichiarano i Consiglieri futuristi della seconda Commissione consiliare Foggia, Barracco e Gancitano – anche se alla luce delle difficoltà burocratiche che hanno portato negli anni passati alla revoca di un primo finanziamento, saremo vigili sul completamento dell’iter affinché i relitti vengano rimossi, in quanto causano ulteriore degrado ed inquinamento nel porto canale che l’Amministrazione si accinge a riqualificare in collaborazione con il Genio Civile Opere Marittime ed il Cnr. Nella qualità di consiglieri comunali – concludono – abbiamo deciso di inoltrare formale richiesta di sollecito al Ministero dell’Economia e Finanze affinché si possa, in tempi celeri, ottenere il finanziamento necessario alla rimozione dei natanti in disuso ed abbandonati lungo il corso del fiume”.

redazione

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*