Castelvetrano. “Insieme al di là di ogni diversità”: si conclude la seconda mobilità Erasmus Plus per l’I.C. Radice -Pappalardo

CASTELVETRANO – Si è conclusa il 30 novembre scorso la seconda mobilità del Progetto Erasmus + “School Exchange aboutgoodpractices in Special NeedsEducation” avviato dall’istituto Comprensivo “Radice- Pappalardo”. Dal 24 al 30 novembre le docenti Patrizia Lombardo e Giovanna Triolo insieme agli alunni Marco Asta, Marco Calamia e Alessio Palmeri, frequentanti la classe 1 C della scuola secondaria di primo grado  del plesso “Pappalardo” si sono recati a Buzau in Romania, ospiti della Scuola “ CentrulScolar De Educatie Inclusiva”. Docenti e alunni hanno condiviso questa interessante esperienza con i loro partner portoghesi e greci oltre che rumeni. Gli ospiti sono stati calorosamente accolti dalla coordinatrice del Progetto Diana Bira che, assieme al Dirigente RaduInspirescu e a tutto il corpo docente della scuola, hanno contribuito a rendere questa esperienza formativa unica nel suo genere. I ragazzi hanno conosciuto un’organizzazione scolastica diversa, condiviso una settimana di attività legate alle visite culturali, come l’esperienza presso il castello di Bran, collegato alla leggenda del principe Vlad III Dracula, ma hanno approfondito anche la cultura, le tradizioni e la gastronomia del paese ospitante in un ambiente multiculturale, migliorando nel contempo le loro competenze linguistiche in inglese, lingua veicolare durante l’intera esperienza. E’ stata per tutti un’occasione per migliorare le proprie capacità relazionali e affettive e per stimolare la curiosità per il “diverso” e per ciò che non si conosce. Guardare i propri ragazzi lavorare insieme al di là di ogni diversità, barriera psicologica, linguistica o culturale, assistere, al momento della partenza, ai loro affettuosi saluti con i coetanei stranieri con il desiderio nei loro occhi di riabbracciarsi presto, fa comprendere maggiormente il valore della condivisione che è alla base del progetto.L’esperienza vissuta, indubbiamente forte dal punto di vista emotivo, psicologico e sociale ha contribuito ad arricchire un bagaglio prezioso che gli alunni porteranno con sé nel loro percorso formativo e nella loro esperienza di vita.

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di Campobellonews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Acquista questo spazio

Acquista questo spazio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: