Campobello. Incidente Tre Fontane: fermato il conducente della Golf: le dichiarazioni del Sindaco

https://testcovid.costruiresalute.it/

 

 

Questa sera, a distanza di una settimana dai primi due incidenti causati, a Campobello, da quello che può essere definito un vero e proprio pirata della strada, il nostro paese è stato nuovamente scenario di un terribile scontro automobilistico avvenuto in via Margellina a Tre Fontane e in seguito al quale sono rimaste ferite 2 persone adulte e un bambino di Campobello, facenti parte dello stessa famiglia e fortunatamente non in pericolo di vita.
La dinamica dell’incidente è al vaglio degli inquirenti, ma da una prima ricostruzione sembra proprio che a causare il forte impatto sia stato lo stesso giovane castelvetranese che la settimana scorsa aveva provocato i due incidenti stradali che si erano verificati nel centro di Campobello e che, miracolosamente, non avevano visto feriti.
Nel manifestare, a nome della comunità campobellese, la mia forte vicinanza alla famiglia Chiana, con l’augurio di una pronta guarigione, auspico che il lavoro svolto dai Carabinieri, che per la seconda volta sono riusciti a fermare questo pericoloso individuo, possa trovare conferma da parte delle competenti autorità giudiziarie, affinché vengano adottate misure certe e durature volte alla tutela della incolumità cittadina, ristabilendo quel senso di sicurezza pubblica che, purtroppo, è stato violentemente compromesso in seguito a questi ultimi terribili avvenimenti che avrebbero potuto avere conseguenze ben più gravi.
Alla luce di quanto accaduto è ormai intollerabile che la serenità della nostra comunità venga ancora stravolta da un soggetto tanto pericoloso, nei cui confronti confido pertanto che siano adottate le misure più opportune al fine di scongiurare il ripetersi di eventi simili.
E’ quanto ha dichiarato su Fb il sindaco di Campobello di Mazara, Giuseppe Castiglione
L'immagine può contenere: spazio all'aperto
https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*