Campobello, Il Presidente del Consiglio replica alle critiche dell’opposizione

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: 3 minutes

Tumminello: “Un fiume di sterili polemiche per aver garantito i diritti della minoranza e non avere aggravato le spese dell’Ente”

tumminello presidente

CAMPOBELLO, 21 FEB – Ad ogni piè sospinto il gruppo di Io amo Campobello non perde occasione per alimentare sterili polemiche evocando fatti e circostanze ai quali qualcuno di loro non era presente.
E’ inqualificabile ed inaccettabile il comunicato diffuso a firma dei consiglieri e del loro coordinatore.
Premesso che, per come traspare dallo stesso documento,i consiglieri in Consiglio Comunale hanno espresso liberamente e democraticamente le loro soggettive valutazioni politiche sui fatti verificatesi, mi preme evidenziare quanto segue:secondo la loro descrizione il tutto accade nella seduta del 16 Febbraio 2016,il che non risponde al vero. Tutto inizia nella seduta del 15 Febbraio quando,oltre ai già dimissionari Consiglieri Di Stefano Piero e Palermo Giovanni, si aggiungono le dimissioni dei consiglieri Passanante Gaspare e Bono Vito dalle rispettive commissioni di appartenenza. Quest’ultima dimissione veniva giustificata e resa al solo fine di consentire ad un esponente della minoranza di entrare a far parte della 1^ commissione all’interno della quale,sul nuovo assetto politico,erano presenti tutti consiglieri della maggioranza. Un gesto democratico, peraltro voluto dall’intera maggioranza,per mantenere rapporti collaborativi e propositivi con la minoranza . A questo punto il Consiglio Comunale con voto unanime (Presente il Capogruppo Zito,assente l’altro componente)sospende i lavori per il giorno successivo ,16 Febbraio alle ore 12:30,proprio per prendere atto delle sopraggiunte dimissioni dei consiglieri Passanante e Bono onde potere consentire all’ufficio di Presidenza di predisporre l’ordine del giorno aggiunto. E’ del tutto evidente la contraddizione in termini per travisamento dei fatti;infatti la tesi sostenuta dal gruppo di Io amo Campobello, secondo la quale il consigliere Passanante avrebbe invocato l’applicazione dell’art 11 comma 3 del regolamento per il funzionamento del consiglio, non risponde al vero in quanto il consigliere Passanante Gaspare,prima dell’apertura dei lavori del 16 Febbraio,comunicava all’intero Consiglio Comunale la REVOCA delle dimissioni presentate il giorno precedente e la stessa, era stata già comunicata al Presidente del Consiglio oltre che alla 3^ commissione che si era riunita in mattinata per esprimere il parere. Null’altro ha aggiunto al suo intervento. Preme sottolineare, che i componenti della 3 commissione hanno espresso all’unanimità parere FAVOREVOLE su tutte le proposte delle deliberazioni iscritte all’ordine del giorno e che i componenti della stessa sono:Zito Gaudenzia, Giorgi Nicola,Stallone Rosaria( sostituita dal consigliere Passanante Gaspare giusta delega ricevuta ), Balistreri Clotilde, Tripoli Maria,Riserbato Rosalinda e dal dimissionario Palermo Giovanni e quindi assente.
A fronte della dettagliata descrizione dei fatti sopra enunciati e non volendo entrare nel merito delle ulteriori considerazioni rappresentate dal gruppo di Io amo Campobello ,soprattutto per non tediare i cittadini nella lettura della presente replica,mi rivolgo agli estensori del documento sul quale non posso che stendere un velo pietoso per il travisamento dei fatti. Tuttavia mi sia consentito di dire che nessuno,celandosi dietro rancori e opportunità politiche,è legittimato ad estrapolare frasi dette dal sottoscritto nel contesto di un semplice ragionamento per travisarne volutamente il contenuto. Ed invero, il voto a scrutinio segreto previsto dalla Legge oltre che per prassi consolidata nel nostro Ente, garantisce la libertà di coscienza e la democrazia partecipativa all’interno del massimo Consesso Civico;inoltre non è espressamente previsto dalla Legge e dal nostro Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale la reintegra nelle commissioni di provenienza (Ope legis) di Consiglieri Comunali eletti con voto a scrutinio segreto, dopo che gli stessi si siano dimessi dalle commissioni di appartenenza ed avendo successivamente revocate le dimissioni.
In conclusione,mi corre l’obbligo ringraziare tutti i consiglieri della maggioranza per la solidarietà manifestatami con la stesura del documento in replica a pretestuose motivazioni politiche espresse dal gruppo della Citta del Domani,composto dai consiglieri Tumminello Giovanni e Giorgi Nicola. Ed ancora, va il mio plauso agli stessi consiglieri di maggioranza che con la loro partecipazione attiva e democratica hanno impedito l’aggravio delle spese per l’Ente.

Il Presidente del Consiglio Comunale: F.to Simone Antonio Tumminello

[redazione – fonte:comunicato]

[useful_banner_manager banners=29 count=1]

https://www.sabatechnology.tech/

One Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*