SEL: Lettera aperta alla Commissione straordinaria

https://testcovid.costruiresalute.it/
Reading Time: 2 minutes

“Proponiamo questa lettera aperta alla cittadinanza che sottoponiamo alla vostra attenzione perché la situazione di drammaticità sociale impone che si compiano alcuni interventi di sostegno alle famiglie e agli anziani che si trovano in evidente stato di bisogno, o quasi al limite dell’indigenza”

Senza titolo

CAMPOBELLO DI MAZARA 20 GEN. – Dopo la pesante manovra fiscale, cui seguirà la prossima incombenza dei passi carrabili, cresce l’inquietudine nella cittadinanza. Il segno di sfiducia cresce di giorno in giorno e la rabbia spesso alimenta il senso di avversione verso le istituzioni cui dobbiamo porre particolare attenzione ad evitare pericolose derive. Riconosciamo la piena legittimità istituzionale alla commissione, ma crediamo sia giunto il momento di dare delle risposte alla comunità campobellese. Proponiamo questa lettera aperta alla cittadinanza che sottoponiamo alla vostra attenzione perché la situazione di drammaticità sociale impone che si compiano alcuni interventi di sostegno alle famiglie e agli anziani che si trovano in evidente stato di bisogno, o quasi al limite dell’indigenza. Non basta una visione ragionieristica della propria missione nel mettere a posto i conti e i debiti di disastrose amministrazioni passate, dei quali la città attende comunque di conoscere e di imputare responsabilità, se ci sono. La politica ha grossi peccati da scontare in questo paese. Ecco perché confidiamo anche in un ruolo pedagogico della vostra presenza istituzionale iniziando ad educare i giovani alla solidarietà, alla cittadinanza attiva, al volontariato, al rispetto delle regole. In questo senso la città ha bisogno di un libero confronto, che vorrete programmare quanto prima, per discutere insieme su alcune priorità. Ad esempio:
1. La tariffa per la raccolta dei rifiuti è cresciuta di oltre il 30% a cui è corrisposto un peggioramento del servizio per via di una diversa organizzazione lavorativa posta in essere dalla Ato Belice Ambiente. Considerando anche l’arrivo in questi giorni degli avvisi TIA relativi al 2007-2008-2009 che in alcuni casi riportano errori eclatanti, chiediamo alla commissione straordinaria di adoperarsi verso l’ATO Belice Amiente per migliorare il servizio di raccolta e di far predisporre uno sportello decentrato dell’ATO a Campobello per evitare che i cittadini campobellesi debbano recarsi presso gli uffici di direzione a Santa Ninfa, con ulteriori aggravi di tempo e denaro.

                                                                                                                                        Il Coordinamento Comunale S.E.L.

https://www.sabatechnology.tech/

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*