Campobello. Alunni del plesso De Amicis vincitori di 10Tablet al Progetto Didattico Nazionale “Ora di Futuro “

Nonostante il particolare momento che stiamo attraversando che,richiede il ricorso ad una didattica a distanza, gli alunni della scuola primaria dell’I.C”Pirandello -S.G.Bosco ” di Campobello di Mazara e, precisamente gli alunni della IV E  e della III E del plesso “E.de Amicis”,guidati dalle docenti della classe,dalla referente Antonella Ognibene, dalla DS  Giulia Flavio e supportati dalle famiglie hanno partecipato al Progetto Didattico Nazionale “Ora di Futuro “promosso da ScuolAttiva Onlus e sono risultati vincitori di 10Tablet. Il tema  affrontato era:-Come immaginate il futuro?Quali sono le vostre proposte per realizzarlo?Riflessioni sulla sostenibilità ambientale nella vita di ogni giorno, sull’utilizzo responsabile delle risorse e la salvaguardia del pianeta attraverso comportamenti responsabili. La DS Prof.ssa Giulia Flavio, entusiasta del traguardo raggiunto provvederà non appena arriveranno i Tablet a distribuirli agli alunni dell’istituto che si trovano in particolari situazioni affinché non si accentuano ancor più le diseguaglianze sociali, garantendo a tutti il Diritto allo Studio. La scuola afferma altresì la DS da questa positiva esperienze ci fa sempre più comprendere che è un luogo  dove si risveglia nei discenti il desiderio di apprendere anche a distanza e, che la creatività nasce dall’angoscia come il giorno dalla notte oscura. Antonella Ognibene Felicissima del risultato ottenuto rivolge un sentito ringraziamento alla DS che propone sempre percorsi interdisciplinari innovativi e a tutte le colleghe del plesso “E.de Amicis “per la disponibilità nell’intraprendere questi nuovi percorsi formativi dimostrando sempre più che la nostra suprema arte è quella di attivare negli alunni la gioia della creatività e della conoscenza.

La DS prof.ssa Giulia Flavio,entusiasta del traguardo raggiunto provvederà non appena arriveranno i Tablet a distribuirli agli alunni dell’istituto che si trovano in particolari situazioni di disagio affinché non si accentuino ancor più le disuguaglianze sociali, garantendo a tutti il Diritto allo Studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: