Annunci

Serie B, via al campionato a 19 squadre: ecco il calendario

Ok della Figc mantenendo inalterato il numero delle promozioni (3 squadre) e delle retrocessioni (4 squadre)

REDAZIONE, 13 AGO – Al termine di un’altra giornata convulsa la Serie B ha partorito il calendario del campionato 2018-2019, con un organico di sole 19 squadre. Si parte il 24 agosto con l’anticipo Brescia-Perugia, la conclusione della stagione regolare sabato 11 maggio 2019.

Decisivo, dopo lo ‘strappo’ della Lega Serie B di venerdì, il provvedimento del Commissario straordinario della Figc, Roberto Fabbricini, che con una delibera arrivata in tarda serata, un’ora e mezza dopo l’orario indicato per la compilazione dei calendari, ha deciso “di non procedere all’integrazione delle vacanze di organico del Campionato di Serie B 2018/2019”. In sostanza restano escluse tutte quelle società che aspiravano ad un ripescaggio nel campionato cadetto: dal Novara al Catania, dalla Ternana alla Pro Vercelli, fino al Siena e alla Virtus Entella.

La delibera della Figc modifica “con effetto immediato, d’intesa con la Lega Nazionale Professionisti Serie B e sentite le componenti tecniche, l’articolo 49 delle Noif”. Per il prossimo anno quindi il campionato cadetto sarà a 19 squadre anziche’ 22, mantenendo inalterato il numero delle promozioni (3 squadre) e delle retrocessioni (4 squadre). “Noi abbiamo atteso rispettosamente le determinazioni assunte dalla Figc. Abbiamo fatto una istanza legittima, che proveniva da 19 società del campionato di Serie B. Io ho sempre avuto massimo rispetto per tutti, abbiamo atteso le decisioni per tutelare i nostri club”, ha commentato un presidente della Lega Serie B, Mauro Balata, visibilmente teso e stanco. “Io posso solo ringraziare la Figc e il Commissario, persona perbene e che io stimo, che ha voluto dare anche lui un messaggio per il bene e per il futuro del calcio”, ha aggiunto. “Bisognerà fare una riflessione profonda, avere regole certe e tempi più accelerati. Bisogna dare certezze a tutti i soggetti che operano nel mondo del calcio”, ha dichiarato ancora Balata con chiaro riferimento a una giustizia sportiva che certo ha contribuito non poco a creare il caos in cui si è piombati.

Dopo lo strappo della Lega, sotto il ‘cappello’ della Figc, si attendono le reazioni delle escluse che hanno già minacciato ricorsi anche alla giustizia ordinaria. Era assente nella sede di Milano solo il Palermo, alle prese a sua volta con un ricorso relativo alla finale di ritorno degli scorsi playoff che ha promosso in Serie A il Frosinone proprio a danno dei rosanero. Altri ricorsi sono stati presentati dalla Ternana e dalla Pro Vercelli al Collegio di Garanzia contro la Lega, chiedendo lo stop al blocco dei ripescaggi e alla compilazione dei campionati. La stessa compagine umbra e quella piemontese, insieme al Siena, avevano visto accolto un altro ricorso sempre dal Collegio di Garanzia che aveva segnato lo stop alla sentenza che riammetteva Novara e Catania al ripescaggio in Serie B. Una decisione in tal senso arriverà il 7 settembre, a campionato ormai iniziato.

Nella polemica che si è inserito anche il presidente della Lega Pro,Gabriele Gravina su Twitter: “Con la decisione presa dal commissario della FIGC del blocco dei ripescaggi nella Lega B prendiamo atto inermi dello sfascio senza guida del calcio italiano. Spero che l’organo di vigilanza preposto di Palazzo Chigi prenda provvedimenti per questo abuso”. Proprio sul tema della lentezza della giustizia sportiva, Balata ha dichiarato: “Lo dico da mesi, quello che si è visto quest’anno ne è la prova: si deve fare di meglio e di più. Non si può arrivare a ferragosto in questa situazione, anche questa litigiosità fra le società. E’ un qualcosa che non fa bene al mondo del calcio”.

Fatto sta che non accadeva dalla stagione 1967/68 che la Serie B partisse con un organico dispari. Sono cinque i turni infrasettimanali: martedì 25 settembre, martedì 30 ottobre, giovedì 27 dicembre, martedì 26 febbraio 2019, martedì 2 aprile 2019. Si giocherà nei turni festivi di lunedì 22 aprile 2019 (Pasquetta) e di mercoledì 1 maggio 2019. La novità sarà il turno di riposo in concomitanza con la sosta per le nazionali: 8-9 settembre, 13-14 ottobre, 17-18 novembre, 23-24 marzo 2019. Si gioca il venerdì alle 21, due partite il sabato alle 15 una alle 18, due la domenica alle 15 e una alle 21 e una il lunedì alle 21. In tv il campionato cadetto sarà trasmesso dalla neonata emittente DAZN, con la Rai che trasmetterà l’anticipo del venerdì.

  • Antonio Martelli – lapresse
Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: