Campobello. “Stanchi ma non troppo” alla mezza di Torino

REDAZIONE,03 APR – Piove, ma non troppo, anzi c’è quel fresco che aiuta a migliorare. Il maltempo non ha rovinato la festa della Santander Mezza di Torino, la kermesse firmata Base Running che domenica 26 marzo ha fatto correre 7000 podisti. Un percorso mozzafiato attraverso il cuore di una città capace di stupire per fascino, capolavori architettonici e verdissimi parchi, per vivere una giornata di grandissimo sport, da piazza San Carlo al Palazzo del Lavoro e ritorno, per la prima volta la Mezza, a giro unico, era certificata Iaaf ed è stata dominata dai keniani. Tripletta maschile e oro Paul Tiongik in 1h3’49”; doppietta femminile (oro e argento) con vittoria di Ivyne Jeruto Lagat in 1h13’56”. Terza la valdostana Catherine Bertone, vincitrice dell’edizione 2015 e 25a ai Giochi di Rio; quinto il cuneese della corsa in montagna Bernard Dematteis, del gruppo Campobellese/Castelvetranese “Stanchi ma non troppo” erano presenti gli atleti: Marino Pietro (1h45’04”), Fazzuni Vito(1h45’04”), Basiricò Vincenzo(1h41’32”), Luppino Giacomo(1h41’32”), Cigliola Flavio che si è misurato nella la distanza di 10Km con il tempo di 48’53”. La 10 km, tra il centro e il Valentino, è andata al maratoneta azzurro, tre volte olimpico, Ruggero Pertile (30’54”). Famiglie e associazioni hanno sfilato insieme nella passeggiata benefica di 3 km. Il ricavato di 25 mila euro andrà alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro e a dieci enti no-profit.
Gli “Stanchi ma non troppo ringraziano” Francesco Ciravolo (FBO Banca Mediolanum) per aver contribuito alla realizzazione di questo obbiettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: