[Tesseramento Pd] Esplode il caso Trapani

Nella città delle Saline il partito si divide e oggi si celebrano due congressi. Si spaccano anche i renziani. Roma impone a catania di far svolgere i congressi dal 7 al 16 novembre. Ricorsi nel ragusano

 PALERMO, 03 NOV –  Le trincee sono Trapani e Siracusa, nella «guerra delle tessere» del Pd siciliano. Più che Catania e Ragusa, dove pure i congressi hanno rivelato l’esistenza di una polveriera in ogni circolo, o quasi. Il caso-Trapani fa addirittura parlare qualcuno di «schizofrenia». Oggi, infatti, dovrebbe tenersi il congresso cittadino ma il coordinamento sezionale ha dato appuntamento all’hotel “Baia dei Mulini” e la Commissione Congressi, guidata da Domenico Venuti, al “Crystal”. Da un lato, gli “ultrà” dell’aspirante segretario comunale Francesco Brillante e del candidato al provinciale Marco Campagna. Dall’altro, i “supporter” di Danilo Orlando e Mino Spezia. Qui, peraltro, “renziani” divisi come e più che altrove: in diciannove circoli stanno con Campagna, in cinque con Spezia. E il sindaco “renziano” di Erice Giacomo Tranchida, sostenitore di Mino Spezia, mette in guardia da “chi vuol salire sul carro dei vincitori” e punta il dito contro i parlamentari locali, mentre uno dei reggenti del coordinamento provinciale – Dario Safina – ammette di volere lasciare il partito, infuriato per tale e tanto scontro intestino.

Le tensioni, comunque, affiorano pure a Messina dove sembra essere servita a poco l’apparente unità raggiunta attorno al segretario provinciale, il “renziano” Basilio Ridolfo. Il deputato Giuseppe Lauricella, ieri, ha scritto al segretario nazionale Guglielmo Epifani per denunciare “congressi farsa” in terra peloritana e sollecitare «immediato provvedimento di commissariamento della federazione di Messina per violazione delle norme statutarie e congressuali».

di Gerardo Marrone – http://www.gds.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: