Campobello: tra convenzioni e povertà, la replica del sindaco Castiglione

«La dura replica del sindaco Castiglione alle accuse false e calunniose lanciate da un cittadino sulla convenzione stipulata dal Comune in favore di minori stranieri richiedenti asilo: Il provvedimento non graverà sulle casse comunali. Solo falsità che istigano all’odio».

2_Sindaco Giuseppe CastiglioneCAMPOBELLO, 18 SET – In riferimento al comunicato a firma del cittadino Calogero John Luppino dal titolo “Campobello, tra convenzioni e povertà”, pubblicato oggi (18/09/2015) sul sito Campobellonews, il sindaco Giuseppe Castiglione precisa quanto segue: «Al fine di ristabilire la verità dei fatti, nonché di evitare ulteriori speculazioni politiche, mi corre l’obbligo di intervenire sulle accuse lanciate oggi da Luppino, che fa parte del gruppo “Io Amo Campobello”, in quanto false, infondate, calunniose e infamanti. Ѐ falso e pretestuoso, infatti, quanto scritto da Luppino, laddove afferma che l’Amministrazione comunale “ha usato i soldi di tutta la cittadinanza per darli alla cooperativa sociale Letizia onlus, senza preoccuparsi delle famiglie senza reddito e dei lavoratori della Belice Ambiente, che non percepiscono lo stipendio da 5 mesi”. Basta infatti leggere la delibera di Giunta n.308 del 16 settembre 2015, citata peraltro dallo stesso Luppino, per comprendere chiaramente che tale provvedimento non produrrà alcun aggravio di spesa per le casse comunali. Nel dispositivo della delibera, al punto n.2, è infatti chiaramente spiegato che “Il Comune, per i minori stranieri non accompagnati richiedenti asilo, richiederà alla Prefettura di competenza il rimborso delle spese sostenute per l’assistenza”. Così è infatti stabilito dalla circolare Ministeriale n. 1424 del 18/02/2013, pubblicata dal Ministero dell’Interno, che abilita gli Enti locali a ricevere da parte dello stesso Ministero le somme impegnate per garantire il soggiorno e i relativi servizi ai minori stranieri non accompagnati. Somme peraltro la cui destinazione è esclusivamente vincolata a tale finalità e che pertanto non possono essere utilizzati per scopi diversi. Ancora una volta, con grande amarezza, prendo atto del tentativo da parte di certa opposizione politica di speculare sulle difficoltà delle classi economicamente svantaggiante, approfittando persino dei disagi vissuti dai lavoratori della Belice Ambiente al mero fine di fare proselitismo politico. Un’opposizione sterile, pretestuosa e che istiga all’odio sociale e razziale è fortemente irrispettosa nei confronti di tutti i cittadini campobellesi. Ho già adito le vie legali per fa valere la verità anche nelle opportune sedi».

[useful_banner_manager_banner_rotation banners=3,10,19,20,21 interval=1 width=400 height=400]

Fonte: Comunicato Stampa

2 pensieri riguardo “Campobello: tra convenzioni e povertà, la replica del sindaco Castiglione

  • 19 settembre, 2015 in 13:08
    Permalink

    comunque nel frattempo che si faccia luce sulla vicenda, anche ricorrendo alla magistratura, nel frattempo il sindaco farebbe bene a dimettersi… troppe ombre gravano oramai sulla sua attività

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: