[ATO RIFIUTI] Mazara, Dichiarazioni di fuoco del primo cittadino

CRISTALDI: “SIAMO DAVANTI A MENTI PERVERSE CHE VOGLIONO CREARE UN CLIMA DI TENSIONE”

cristaldi

MAZARA, 18 NOV – “Non è normale che un gruppetto di qualche decina di disperati crei uno stato di cose visibile da chiunque e con la seria possibilità di provocare pericoli igienico-sanitari. Non è normale che un gruppetto di persone, per quanto disperate, pretenda il pagamento di stipendi da chi non li deve e non li chiede a chi deve farlo. Non è normale vedere la Città di Mazara del Vallo presidiata da un gran numero di Forze dell’Ordine per scortare i mezzi per la raccolta dei rifiuti. Non è normale che imprese abituate da tempo a lavorare in ambienti come quello della raccolta dei rifiuti abbiano paura di esercitare la propria attività”.

E’ quanto dichiarato dal sindaco Nicola Cristaldi, intervenendo nuovamente sulla vicenda rifiuti che da giorni ormai sta creando disservizi e tensioni in Città.

“Non è normale – ha aggiunto il Sindaco – che il Comune di Mazara del Vallo in due mesi abbia versato all’Ato Belice quasi 4 milioni di euro, di cui 2 milioni e 400 mila euro a una ditta creditrice per ordine del giudice, e il resto nelle casse della stessa Ato senza che questa abbia pagato un solo stipendio a queste persone. C’è da chiedersi – ha continuato Cristaldi – quale logica ha portato l’Ato a privilegiare altri pagamenti piuttosto che quello degli operai. E’ evidente – ha proseguito Cristaldi – che siamo davanti non a quattro ‘scalcagnati’ che strumentalizzano qualche decina di disperati. Siamo davanti a menti tanto perverse quanto sottili che sfruttano la disperazione di decine di famiglie per creare un clima di tensione intorno al sistema dei rifiuti. Credo – ha concluso il Primo Cittadino – che la vicenda non sarà sottovalutata da magistratura e Forze dell’Ordine che faranno di tutto per il ripristino della legalità e per colpire i responsabili di quanto sta accadendo”.

[redazione]

[useful_banner_manager banners=11 count=1]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: