Trapani,raccolta differenziata nel 2012, crescita del 3%

 “Differenziare i rifiuti è un dovere civico. Deve diventare una buona abitudine quotidiana” , afferma il sindaco Damiano

raccolta differenziataTRAPANI 15 FEB. – Cresce la raccolta differenziata a Trapani. Nel 2012 la percentuale si è attestata al 16,91 %  aumentando di 3 punti  rispetto al 2011 (13,83 % ). La quantità complessiva  di rifiuti differenziati raccolta ammonta a circa settecento tonnellate; nel 2011  ne erano state raccolte seicento.   La  differenziata viene eseguita a Trapani, attraverso le campane distribuite sul territorio comunale, con il centro comunale di raccolta del lungomare Dante Alighieri, con la collocazione dei contenitori in uffici comunali, esercizi commerciali e scuole.  Al centro di raccolta  del Lungomare Dante Alighieri, sono stati conferiti 1.563 tonnellate di rifiuti  differenziati.  Nello specifico, sono stati raccolti:  81  tonnellate di cartone, 443  tonnellate di carta, 155  tonnellate di plastica,  200  tonnellate di vetro, 10 tonnellate di acciaio. I conferimenti sono stati 380.000.  Sono stati Sono 6500 i cittadini censiti al C.C.R. gran parte dei quali hanno beneficiato degli sgravi tariffari applicati dal Comune.  “Effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti domestici- dice il sindaco Vito Damiano-  oltre ad essere un dovere civico e un segno di civiltà, rappresenta un gesto quotidiano molto importante per la tutela dell’ambiente e del territorio in cui tutti viviamo”. Il primo cittadino rivolge un appello alla cittadinanza affinché prosegua e rafforzi il  cammino virtuoso intrapreso per contribuire a migliorare la qualità della vita del nostro territorio.  “L’amministrazione comunale- aggiunge il sindaco- intende mantenere, per l’anno in corso, gli incentivi fiscali sulla tassazione sui rifiuti solidi urbani premiando quei cittadini virtuosi che conferiscono i rifiuti presso il centro comunale di raccolta”.  Va sottolineato che al momento, alla luce della nuova regolamentazione in materia, introdotta dal decreto Salva Italia, che ha portato alla sostituzione della Tassa Rifiuti Solidi Urbani (Tarsu) con la Tassa Rifiuti e Servizi (TARES), non è ancora possibile conoscere l’ammontare delle nuove tariffe né la percentuale degli sgravi economici. Sarà il Consiglio Comunale, competente in materia di tributi, ad approvare nei prossimi mesi il nuovo regolamento TARES, prima dell’approvazione del bilancio 2013. “Pur nelle ristrettezze economiche in cui oggi tutti gli Enti Locali si muovono- prosegue- il sindaco Vito Damiano- ritengo che il consiglio comunale, da sempre sensibile alle problematiche ambientali, vorrà premiare chi effettua correttamente la raccolta differenziata. Infine- sottolinea il primo cittadino- si sta avviando a conclusione l’iter promosso dalla nuova Amministrazione per la definizione dei criteri e delle metodologie di raccolta differenziata che, a livello sperimentale, dovrebbe essere avviata fra pochi mesi in alcune zone del territorio”.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: