MAZARA, 07 GEN – Dopo il successo del 26 e 30 dicembre, del 2 gennaio, si è concluso ieri con l’arrivo dei Re Magi , nel fantastico e suggestivo scenario barocco della Chiesa di San Francesco, la seconda edizione del “Presepe Vivente” organizzato ed animato dalla comunità di San Francesco. I Magi, partiti dall’interno della chiesa, hanno raggiunto l’adiacente convento francescano dove era allestito il presepe vivente.
Secondo la tradizione, San Francesco d’Assisi è stato il primo a realizzare nel Natale del 1223 nel borgo di Greccio, presso Rieti la rappresentazione della Nascita di Gesù. Da allora, la tradizione si diffuse nel resto d’Italia e negli altri Paesi cristiani. Oggi, i presepi viventi sono organizzati pressoché in tutto il mondo occidentale cristiano, non solo cattolico, ma anche da parte di fedeli di altre Chiese. Quindi, la stupenda chiesa di San Francesco, meta giornalmente di parecchi turisti, si lega in particolar modo alla rappresentazione del presepe vivente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

[redazione – foto: Baldassare Calamia e Pagina FB della Chiesa di S. Francesco Mazara]