Erice, Ti racconto la mia dislessia

Dislessia: difficoltà o diversità? Una testimonianza per vincere la diffidenza e l’ignoranza: interviene Giacomo Cutrera, ingegnere informativo dislessico –

dislessia

 

ERICE, 08 APR – Vincere la dislessia ma soprattutto i pregiudizi e la diffidenza, promuovere occasioni di informazione e di formazione. E’ l’obiettivo dell’Associazione italiana dislessia che già da tre anni a Trapani, ad opera di genitori ed educatori, ha deciso di accendere i riflettori su questo disturbo dell’apprendimento che riguarda molti bambini e ragazzi e che spesso viene confuso con forme patologiche o scarso interesse scolastico, sottovalutato e poco conosciuto. Sabato prossimo 11 aprile (inizio ore 09.30) presso la sala “Santa Chiara” del Seminario Vescovile ad Erice Casa Santa si terrà un incontro- testimonianza dal titolo “Ti racconto la mia dislessia”. Interverrà Giacomo Cutrera, vice-presidente dell’Associazione italiana dislessia, logopedista  e ingegnere informatico che ha scoperto in piena adolescenza di essere dislessico ma è riuscito a realizzare normalmente il suo percorso di vita fino alla laurea. Una storia di tenacia e di buone pratiche.

“Spesso si parla di dislessia  per discutere di  normative, progetti, strumenti compensativi. In questa occasione vogliamo dare la parola a chi la dislessia la conosce personalmente per sconfiggere l’ignoranza e l’ostruzionismo verso questa diversità dell’apprendimento. – afferma il presidente dell’AID di Trapani Giuseppe Vultaggio – Pochi sanno che grandi personalità del mondo scientifico ed artistico come per esempio  Leonardo Da Vinci o John Lennon erano dislessici”.

All’incontro organizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale di Erice, interverranno il sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore alla Pubblica istruzione Daniela Toscano. Modera Chiara Crimi, pedagogista.

L’associazione italiana dislessia opera da alcuni a Trapani con l’obiettivo di creare una rete tra i genitori dei bambini dislessici, sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica, promuovere la ricerca e la formazione.

Oltre agli incontri mensili di scambio di esperienze e formazione, l’associazione ha svolto diversi incontri formativi per insegnanti ed educatori con la partecipazione dei massimi esperti in dislessia in campo internazionale tra cui il prof. Giacomo Stella, fondatore dell’AID e docente universitario.

[redazione]

[useful_banner_manager banners=15 count=1]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: