Canone Rai: Campobello maglia nera dell’evasione

canone rai

ROMA, 30 OTT –  Il canone Rai nella bolletta dell’energia elettrica. E’ la novità decisa dal Governo Renzi nella legge di stabilità che verrà discussa in Senato e Camera. Una novità contestata, che secondo i piani del governo dovrebbe colpire l’alta evasione del canone e recuperare le tasse non pagate. L’indicazione è quella di ridurre il canone da 113 a 100 euro, ma introducendolo nella bolletta dell’energia elettrica per tutte le utenze. L’evasione recuperata, però, non andrà a finanziare la Rai – come prevede la tassa di scopo – ma secondo il piano predisposto dal ministro Padoan dovrà servire ad abbattere la pressione fiscale.
Il canone Rai in bolletta non piace a molti, anche perchè va contro lo scopo della stessa tassa che è rivolta a chi è in possesso di un apparecchio televisivo.
Ma quanti sono gli evasori del canone Rai in Italia, nel Mezzogiorno e in Provinci di Trapani?
La società di comunicazione di dati Twig (www.twig.pro), specializzata in data mining, cioè reperimento di dati, e data visualization, ha preso in mano il report sull’evasione allegato all’ultimo bilancio della tivù pubblica e ne ha ricavato una mappa interattiva. E’ la mappa dell’evasione del canone Rai in Italia. Cominciamo col dire che in Italia il 30,4% delle famiglie nel 2014 non ha pagato il canone Rai. Nel Mezzogiorno si supera la media nazionale con il 37%. In Sicilia 4 famiglie su dieci non pagano il canone.
In provincia di Trapani, quali sono i comuni che evadono di più?
La città che evade di più il canone Rai è Campobello di Mazara: nel 2014 il 47,66% delle famiglie non ha pagato l’obolo, quasi la metà. La città con meno evasione è invece Marsala: Non paga il canone Rai il 16,9% delle famiglie marsalesi.
A Trapani l’evasione arriva al 31,93%. Mazara 29,56%. Castelvetano 37,87%. Alcamo 33,71%. Salemi 25,94%. Castellammare del Golfo 38.19%. San Vito lo Capo 39,92%. Custonaci 33,04%. Valderice 29,17%. Erice 29,98%. Buseto Palizzolo 29,68%. Paceco 24,43%. Petrosino 34,03%. Partanna 32,55%. Santa Ninfa 28,44%. Salaparuta 35,35%. Poggioreale 30,19%. Gibellina 27,88%. Calatafimi Segesta 33,37%. Vita 20,56%. Favignana 40,04%. Pantelleria 38,88%.
In Sicilia poi, la città che nel 2014 ha evaso di più il canone Rai è Fondachelli Fantina, paese di mille e più anime in provincia di Messina. Qui l’evasione del canone arriva all’80,60%.
Negli altri capoluoghi di provincia: Palermo 57,78%, Catania 58,89%, Messina 36,17%, Enna 30,86%, Agrigento 35,63%, Ragusa 35,14%, Siracusa 36,61%, Caltanissetta 39,18%.

[fonte: tp24.it]

3 pensieri riguardo “Canone Rai: Campobello maglia nera dell’evasione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: