Campobello, quando il cane ha due zampe

P1000155rid

CAMPOBELLO, 11 SET – Il cane, grande fedele amico dell’uomo. Una affermazione che abbiamo appreso sin dai primi anni della nostra esistenza. La testimonianza che Vi proponiamo, ci conferma questo detto e nel contempo viene da chiedersi:  L’uomo è amico del cane? Ecco quanto è accaduto stasera intorno alle 20 nel racconto della presidente dell’Associazione animalista LAICA di Castelvetrano e della Volontaria Caterina D’Antoni, riportato in un comunicato: ” Percorrendo, questa sera verso le 20.00,  la strada da Campobello a Tre Fontane il presidente Liliana Signorello e la volontaria Caterina D’Antoni (nella foto), hanno avvistato, purtroppo a distanza, lo strano comportamento di un auto che li precedeva (forse una fiat vecchio modello, color amaranto o rosso scuro): era già buio e non è stato possibile vedere il numero di targa. Comunque l’auto, nella discesa subito dopo l’incrocio per le cave di cusa ha rallentato l’andatura, fin quasi a fermarsi, e dal lato passeggero è stato aperto lo sportello ed è stato abbandonato un cane. Non c’erano altre auto e le volontarie si trovavano a  un centinaio di metri: ovviamente il pensiero è corso subito al povero animale, che si era messo a correre, pericolosamente in mezzo alla strada, dietro all’auto da cui era stato lanciato, che si è allontanata ad alta velocità. Il cane è stato raggiunto, tranquillizzato e catturato: il lancio non sembra aver causato problemi fisici, ma sicuramente molti di altro tipo…”.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: