MAZARA, 17 OTT – Continuano, in maniera serrata, i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo.
Nella giornata del 14 ottobre, i militari della Stazione Carabinieri di Vita, guidati dal Maresciallo Capo Sebastiano Ferrarello, unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Mazara del Vallo, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio, hanno eseguito numerosi accertamenti alla circolazione stradale nelle arterie principali del territorio.
Uno dei controllati, NANFO Antonio, originario di Calatafimi, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo è stato fermato durante un posto di controllo dai Carabinieri di Vita che, insospettiti dall’atteggiamento nervoso e agitato, decidevano di approfondire le operazioni con una perquisizione veicolare, rinvenendo in suo possesso una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Considerato ciò la perquisizione si estendeva presso gli immobili a lui riconducibili e, in collaborazione con i colleghi della Stazione Carabinieri di Calatafimi, si rinvenivano ulteriori 1,5 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana che, immessa nel mercato illegale, avrebbe fruttato la somma di 4500 euro circa.
Data la gravità del fatto, il giovane è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa della convalida da parte del Giudice di Trapani avvenuta in mattinata odierna con l’ applicazione della pena degli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.
La campionatura della marijuana sequestrata, verrà inviata presso i laboratori competenti per esperire le analisi di rito al fine di accertare la quantità di principio attivo.

[redazione]