I due prelati erano coinvolti, con altri a Mazara del Vallo, nell’inchiesta su truffa in concorso per finanziamenti chiesti alla Cei e alla Regione per la realizzazione del complesso parrocchiale di San Lorenzo

MARSALA, 12 GEN –La Procura di Marsala ha chiesto l’archiviazione per il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, e per il suo predecessore, Calogero La Piana, nel procedimento penale che vede i due alti prelati indagati, con altri, per truffa in concorso nell’ambito dei finanziamenti chiesti alla Cei e alla Regione per la realizzazione del complesso parrocchiale di San Lorenzo, nel quartiere Transmazaro-Miragliano.

L’inchiesta è stata svolta dalla Guardia di finanza di Trapani. Mogavero e La Piana sono stati indagati insieme a Bartolomeo Fontana, progettista e direttore dei lavori, Francesco Scarpitta, progettista, Antonino Gaudente, titolare dell’impresa che si aggiudicò l’appalto, e Gaetano Stradella, responsabile del procedimento relativo al bando di gara mediante licitazione privata. Un altro filone d’indagine, sempre nell’ambito dello stesso procedimento, vedeva il vescovo Mogavero e don Franco Caruso, ex economo della Diocesi di Mazara del Vallo, poi parroco a Santa Ninfa, accusati di appropriazione indebita (e don Franco Caruso anche di malversazione). Ma anche per questo procedimento è stata chiesta l’archiviazione.

lasicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *