Annunci

“Truffa all’Agea”, cinque indagati a Campobello di Mazara: L’Amministrazione Comunale: Totalmente estranei alla vicenda

CAMPOBELLO, 23 MAR – Cinque persone avrebbero ottenuto indebitamente un finanziamento regionale di circa 200 mila euro per la realizzazione di un agricampeggio in contrada Granitola del Comune di Campobello di Mazara. Sono indagate per truffa aggravata nei confronti dell’Agea.

Tra gli indagati un dirigente del comune e due funzionari di dell’ispettorato provinciale dell’agricoltura di Palermo. I finanzieri avrebbero accertato la truffa da parte del dirigente pro tempore del settore urbanistica del Comune di Campobello, che avrebbe rilasciato la concessione edilizia per la costruzione della struttura, senza che però la Soprintendenza dei beni culturali ed ambientali di Trapani avesse autorizzato il progetto. Sarebbe stata così autorizzata la costruzione di una piscina, l’installazione di impianti eolici, fotovoltaici e solare termico.

Oltre al dirigente comunale sono indagati due funzionari dell’ispettorato provinciale dell’agricoltura (I.P.A.) di Palermo, che avrebbero certificato la ricezione della documentazione necessaria all’ammissione al finanziamento nell’ultimo giorno utile previsto dal bando il 22 aprile 2014. Invece, sarebbe emerso che l’effettiva ricezione della documentazione è avvenuta il successivo 23 aprile 2014. I due funzionari sono indagati per concorso in truffa aggravata e in falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale. E’ scattato il sequestro preventivo di 161.959 euro, corrispondenti alla somma effettivamente erogata all’impresa agricola.

L’Amministrazione  Comunale : “Totalmente estranei alla vicenda”

In riferimento al comunicato stampa divulgato oggi dalla Guardia di Finanza in ordine a una “Truffa sui contributi per un agri-campeggio costruito a Torretta Granitola”, l’Amministrazione comunale chiarisce che i fatti di cui trattasi risalgono al periodo in cui il Comune di Campobello di Mazara era guidato dalla Commissione Straordinaria e che la concessione edilizia rilasciata era stata firmata da un funzionario sovraordinato esterno al Comune e nominato dalla stessa Commissione straordinaria.

Il campeggio in questione, tra l’altro, era stato già oggetto di verifica da parte della Polizia Municipale di Campobello, che nel 2010 aveva riscontrato proprio una violazione edilizia per mancanza di nulla osta da parte della Sovrintendenza, stessa violazione contestata dalla Guardia di finanza.

[fonte:gds – comunicato stampa]

Annunci

3 pensieri riguardo ““Truffa all’Agea”, cinque indagati a Campobello di Mazara: L’Amministrazione Comunale: Totalmente estranei alla vicenda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *