REDAZIONE, 18 NOV – Trovato morto in auto. Dopo essere uscito di casa ieri mattina, il generale dei carabinieri forestali in congedo Guido Conti, 58 anni – noto per aver guidato l’inchiesta sulla mega discarica dei veleni di Bussi (Pescara) – è stato trovato senza vita nella sua vettura.

L’ipotesi più accreditata sembra essere quella del suicidio, ma gli inquirenti hanno ancora aspetti da chiarire. L’ex ufficiale aveva lasciato da poco l’Arma e lo scorso ottobre aveva salutato l’Umbria, dopo essere stato per cinque anni alla guida dei carabinieri forestali, per assumere un incarico di prestigio all’interno di una multinazionale nel settore petrolifero.

LE INCHIESTE – Una carriera intensa e prestigiosa caratterizzata da una serie di inchieste scottanti condotte a tutto campo, da quella sulla discarica dei veleni del Polo chimico di Bussi (Pe) a quelle relative a traffici di rifiuti e al terremoto in Abruzzo.

fonte: adnkronos.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *