Prete esorcista e colonnello arrestati per abusi sessuali: prende le distanze RNS Sicilia

Il sacerdote avrebbe palpeggiato due donne e tre minorenni che si erano rivolte a lui per essere aiutate.

prete_esorcista_e_colonnello_arrestati_per_abusi_sessuali

PALERMO, 22 OTT – La polizia ha arrestato padre Salvatore Anello, sacerdote noto a Palermo come guaritore ed esorcista. L’accusa è di violenza sessuale. Gli agenti di polizia giudiziaria in servizio alla procura dei minori lo hanno fermato nel convento dei Cappuccini. Il sacerdote, 59 anni, è cappellano all’ospedale Civico. Il prete avrebbe palpeggiato due donne e tre minorenni che si erano rivolte a lui per essere aiutate.
Insieme al prete, che si diceva esorcista anche se la diocesi non lo aveva mai riconosciuto tale, l’ufficiale dell’esercito diceva di «fare preghiere di guarigione». Le violenze sarebbero avvenute nelle abitazioni delle vittime. Quando qualcuno di loro protestava per i palpeggiamenti e gli abusi, il colonnello avrebbe detto a ognuna delle vittime che era il diavolo a farle reagire in questo modo, «io sto solo invocando il demone della lussuria per liberarti».
L’indagine per violenza sessuale che ha portato in carcere a Palermo padre Salvatore Anello e il colonnello Salvatore Muratore è iniziata quando gli agenti della sezione di polizia giudiziaria, diretta da Vincenzo Collorà, hanno raccolto la denuncia di una mamma e della figlia minorenne il 18 aprile di quest’anno.

Sulla scabrosa vicenda, interviene con una nota ufficiale RNS – Sicilia che disconosce ruoli e incarichi all’interno dell’associazione da parte degli inquisiti:
 Dichiarazione sui fatti di cronaca di Palermo
Nota ufficiale [http://www.rns-sicilia.it/]

« Con riferimento ai fatti di cronaca di Palermo apparsi sulla stampa in data odierna (ieri per chi legge, ndr), come già comunicato dal Comitato Diocesano del RnS della Diocesi di Palermo, confermiamo che il Padre Cappuccino Salvatore Anello e il Colonnello dell’Esercito, Sig. Salvatore Muratore, non sono mai stati animatori del nostro Movimento, né hanno mai assunto incarichi di responsabilità a qualsiasi titolo.
Specifichiamo che al contrario di quanto indicato dagli organi di stampa e/o dichiarato dagli stessi interessati, sia il Padre Anello, che il sig. Muratore, non hanno mai fatto richiesta di adesione al Rinnovamento né sono o sono stati annoverati tra i nostri aderenti, pur avendo potuto partecipare a nostri incontri che, come noto, sono pubblici e aperti alla partecipazione di coloro che desiderano farlo, credenti e non credenti.
Nel caso in cui si continui a menzionare il Rinnovamento nello Spirito ci vedremo costretti alla tutela del nostro buon nome, nei modi e nelle sedi opportune.
Profondamente amareggiati da questa vicenda, assicuriamo la nostra solidarietà e preghiera a tutte le persone vittime dei fatti contestati e oggetto di accertamento da parte della magistratura».

[redazione]

Un pensiero riguardo “Prete esorcista e colonnello arrestati per abusi sessuali: prende le distanze RNS Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: