Pizza, patatine e magnete in un noto locale di Carini: arrestata proprietaria

In manette una donna di 46 anni, inchiodata dai controlli dei poliziotti, intervenuti insieme ai tecnici dell’Enel

CARINI, 13 MAR – A destare sospetto erano quei consumi di energia elettrica così bassi registrati dall’Enel, nonostante la numerosa clientela. Così scattati i controlli che hanno inchiodato la proprietaria di una nota pizzeria a Carini. In manette è finita una donna di 46 anni (C.M.C. le iniziali) arrestata dagli agenti del commissariato di polizia di Partinico, intervenuti insieme ai tecnici dell’Enel, per “furto aggravato di energia elettrica”. Giunti in pizzeria i poliziotti hanno chiesto alla titolare dell’attività di vedere il contatore Enel e qua hanno constatato la presenza di un magnete nella parte superiore del misuratore di energia elettrica. Dagli accertamenti è emerso come grazie a questo stratagemma i consumi di energia elettrica erano stati abbassati del 93% (la polizia fa sapere che si tratta di una nota pizzeria ma non ha fatto trapelare il nome del locale). La donna, accompagnata negli uffici del commissariato di Partinico per gli accertamenti di rito, è stata quindi arrestata. Il provvedimento è stato convalidato dall’autorità giudiziaria.

[fonte: palermotoday]

12 pensieri riguardo “Pizza, patatine e magnete in un noto locale di Carini: arrestata proprietaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: