Palermo. Rapina ad un’ importante societa’ che gestisce lidi a Mondello: misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 36enne

Questa mattina, i carabinieri della stazione di Partanna Mondello hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa ieri dal G.I.P. del Tribunale di Palermo, nei confronti di MESSINA Daniele, 36enne palermitano.

L’uomo è ritenuto responsabile di rapina e ricettazione in concorso con altri due soggetti.

I fatti risalgono al 17 luglio 2017, quando due persone a volto coperto e armati di pistola, una volta entrati all’interno della sede di una società, operante nei lidi di Mondello, si erano fatti consegnare da un dipendente 33.000 mila euro.

Il 36enne destinatario dell’ordinanza, è ritenuto il “palo” poiché, secondo le indagini, era rimasto all’esterno dell’edificio, per poi dileguarsi con gli altri due a bordo di un furgone Fiat Iveco Daily, rinvenuto successivamente nel quartiere Zen e risultato rubato.

I carabinieri sono riusciti a risalire all’uomo mediante accertamenti tecnici espletati sul furgone, che hanno permesso di rinvenire impronte digitali e la visione delle immagini di video sorveglianza presenti sul posto.

MESSINA Daniele, dopo la notifica del provvedimento cautelare, è stato associato presso la propria abitazione, a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha emesso il provvedimento restrittivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: