Palermo, in cella l’amico di Miccoli figlio del boss Antonio Lauricella

PALERMO, 20 APR – La Dia di Palermo ha arrestato Mauro Lauricella, 33 anni, figlio del boss mafioso Antonino Lauricella detto “U Scintilluni”, e Gioacchino Alioto, 62 anni, mafioso, accusati di estorsione aggravata nell’ambito dell’inchiesta in cui, per lo stesso reato, è indagato il calciatore del Lecce, ex bomber del Palermo, Fabrizio Miccoli. Il giocatore avrebbe incaricato Mauro Lauricella di recuperare alcuni crediti e questi, con la complicità di Alioto, avrebbero estorto, con i metodi classici dell’associazione mafiosa, diverse migliaia di euro a uno degli imprenditori, tenendo per sé la gran parte del denaro.

Le indagini su Mauro Lauricella partono invece dall’inchiesta che portò in carcere il padre nel 2011. Intercettando Mauro Lauricella, gli investigatori sentono una conversazione tra lui e Fabrizio Miccoli (che è indagato per estorsione aggravata), a quei tempi (il 22 giugno nel 2010) capitano del Palermo, in cui il giocatore chiede al figlio del boss di occuparsi del recupero di somme dal titolare della discoteca Paparazzi di Isola delle Femmine (Pa). Il giocatore si è difeso davanti ai pm dicendo di avere contattato Luricella solo perché lui conosceva tutti i gestori delle discoteche.

[fonte: lasicilia]

[useful_banner_manager banners=7 count=1]

5 pensieri riguardo “Palermo, in cella l’amico di Miccoli figlio del boss Antonio Lauricella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: