Mazara, sequestrati dalla Capitaneria di Porto e rigettati in mare 600 ricci

Sventato un altro attentato alla delicata e preziosa risorsa marina che il Riccio di Mare rappresenta – Multati tre sub

ricci

MAZARA, 15 APR – Nell’ambito dei continui controlli predisposti dal Comando della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo, volti alla prevenzione nonchè repressione di attività illecite, consumate nelle acque antistanti il litorale marittimo di questa giurisdizione, a danno del mare e delle sue risorse, si è provveduto, grazie all’impiego di una dipendente radiomobile e del gommone G.C. 112/B, nel corso della mattinata odierna, ad elevare tre verbali amministrativi, per un totale di 3000 Euro, nei confronti di B.D., di G.M. e di B.D, sorpresi ad  effettuare pesca subacquea illegale del Riccio di Mare,  nelle acque di località Quarara (Comune di Mazara del Vallo).

[useful_banner_manager_banner_rotation banners=1,2,3,4,5,6,7 interval=2 width=150 height=150 orderby=rand]

I militari hanno altresì, sottoposto al sequestro amministrativo n. 1 bombola da Sub e circa 600 Ricci di Mare subito rigettati in mare allo stato vivo.

redazione – fonte: Comunicato Stampa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: