Mazara, la Capitaneria sequestra più di 2 tonnellate di pesce non a norma

Come disciplinato dalla normativa nazionale, i militari hanno proceduto a sequestrare gli alimenti (pesce spada, rana pescatrice, tranci di ricciola, gamberi, ecc.), ed hanno elevato tre sanzioni amministrative per un importo complessivo pari ad € 5.000. Gli oltre 2.554 kg di prodotto ittico sequestrato, sono custoditi adesso nella cella frigo dello stabilimento mazarese. La Capitaneria di porto di Mazara del Vallo continuerà ad effettuare controlli relativi alla conservazione e alla vendita di prodotti ittici, al fine di tutelare il consumatore finale e garantire allo stesso la consumazione di alimenti trattati a norma di legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: