La Sicilia è la regione più povera d’Italia. Una famiglia su tre sotto la soglia di indigenza

194027690-2a48b446-6f29-4c3a-8105-bff25f7ca4e1Roma, 15 Lug.- E’ la Sicilia, con il 32,5 per cento di famiglie indigenti contro una media nazionale del 26 percento, la regione più povera d’Italia. Ha superato anche la Calabria, dove l’indice di povertà relativa risulta pari al 32,4 per cento. E’ quanto emerge da un’indagine dell’Istat sulla povertà in Italia nel 2013. Secondo lo studio, il numero di persone indigenti, in Sicilia, è cresciuto di 2,5 punti percentuali rispetto al 2012, passando dal 29,6 percento al 32,5.
Dati confermati da un’indagine della Cia, la Confederazione italiana agricoltori.

“La crisi persistente e la disoccupazione in aumento stanno impoverendo le famiglie, solo nell’ultimo anno sono stati oltre 4 milioni gli italiani costretti a rivolgersi agli enti caritativi per un pasto gratuito o un pacco alimentare”. La situazione economica degli italiani, fa notare la Cia, è giunta al limite soprattutto al Sud, dove il disagio economico è sempre più diffuso: in Calabria e in Sicilia in particolare l’incidenza di povertà tocca una famiglia su tre. Ma anche chi resiste ai colpi della crisi, spiega la Cia, deve mettere in atto tagli draconiani ai consumi, anche quelli insopprimibili come gli alimentari. Nell’ultimo anno il 65 per cento delle famiglie ha ridotto quantità e qualità del cibo acquistato, percentuale che però arriva al 77 per cento nel Mezzogiorno.

Dati allarmanti, confermati da uno studio del Sole 24 Ore che stila la classifica delle province più colpite dalla crisi. Tra le prime 10 figura Messina, che si piazza all’ottavo posto, mentre Palermo si trova al trentaseiesimo, Catania al trentottesimo. Tra le siciliane quella con le migliori prestazioni è Ragusa, che si piazza al settantesimo posto.

Fonte:  http://palermo.repubblica.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: