Guardia Costiera di Trapani: Operazione sulla filiera della pesca, “Confine Illegale”

REDAZIONE, 21 DIC – N.28 controlli effettuati tra ristoranti, trattorie e pescherie di Trapani,  N.8 illeciti amministrativi contestati per complessivi € 12.500;  N.6 sequestri amministrativi di prodotto ittico per un totale di 312 Kg.  Sono questi i risultati complessivi di specifiche attività di controllo della filiera ittica disposte dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto su input del Ministro
delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo nell’ambito dell’ Operazione Confine Illegale, nel corso della quale personale militare della Capitaneria di Porto di Trapani, ha sottoposto a verifiche n.28 tra ristoranti, trattorie e pescherie di Trapani e del suo hinterland.
In particolare, scopo dell’operazione era quello di reprimere gli illeciti connessi alle norme sulla commercializzazione e/o detenzione di prodotti ittici con particolare riferimento alla rintracciabilità dei prodotti, alla commercializzazione di prodotti provenienti dalla pesca sportiva e alle frodi in commercio commesse all’interno degli esercizi di ristorazione.
Nel corso delle verifiche effettuate, i militari hanno rinvenuto in 8 esercizi prodotti ittici privi della necessaria rintracciabilità in spregio alle norme comunitarie e nazionali che disciplinano la materia. I risultati dell’attività illustrata, rientrano nell’ambito della costante e capillare attività di controllo degli esercizi commerciali operata dal personale della Capitaneria di Porto di Trapani, con particolare attenzione ai prodotti alimentari appartenenti alla filiera ittica, allo scopo di tutelare, in primis, la salute dei consumatori e garantire il corretto rispetto delle normative nazionali e comunitarie in materia rintracciabilità dei prodotti alimentari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: